Ferrari: trazione e velocità i problemi della F2012

Formula 1: Stefano Domenicali e Pat Fry raccontano i problemi della Ferrari F2012 riscontrati all'avvio della stagione 2012

da , il

    F1, Melbourne Grand Prix   2012 Ferrari, Alonso

    Che la Ferrari F2012 avrebbe regalato più dolori che gioie nel Gran Premio d’Australia di Formula 1 2012 lo sapevamo. Erano stati proprio i vertici della scuderia italiana ad ammetterlo. Col senno di poi possiamo affermare che Stefano Domenicali, Pat Fry, Felipe Massa e Fernando Alonso hanno fatto benissimo a giocare d’anticipo. Immaginatevi: cosa sarebbe successo oggi se i tifosi del Cavallino Rampante non fossero stati già preparati al peggio? Una prestazione così scarsa avrebbe obbligato a processi sommari e quantomai deleteri. Quello che è accaduto a Melbourne, invece, pare già normale amministrazione. Ora per la Ferrari ci sono 3 gare di tempo per provare a trovare il bandolo della matassa. I problemi sono tanti. In primis l’usura degli pneumatici e la bassa velocità.

    Ferrari, Domenicali: “Lavorare su trazione e velocità”

    “E’ chiaro che non possiamo certo essere contenti per un quinto posto ma, per come si erano messe le cose ieri, quello di Fernando è un risultato positivo, frutto soprattutto dell’ennesima ottima prestazione del pilota spagnolo. La brutta domenica di Felipe è figlia del sabato che l’ha preceduta: il bilanciamento della vettura non era a posto e lui l’ha pagato soprattutto in termini di degrado degli pneumatici”, fotografa in questo modo Stefano Domenicali il Gran Premio d’Australia della Ferrari. Gli uomini in Rosso sono chiamati ad un gran lavoro per risollevare le sorti di una stagione cruciale sotto tanti punti di vista. “Per quello che si è visto qui in Australia ci sono tante squadre a poca distanza l’una dall’altra e basta un progresso anche non enorme per guadagnare diverse posizioni – ha aggiunto il team principal – Sappiamo quali sono le aree principali su cui dobbiamo lavorare – trazione e velocità di punta in primis – e dobbiamo accelerare al massimo lo sviluppo per portarci il più presto possibile all’altezza dei migliori.”

    Pat Fry: “Ferrari migliore in gara”

    C’è una Ferrari che in gara può andare meglio che in qualifica. E’ questa la piccola consolazione dalla quale parte Pat Fry nel commentare la prima gara della stagione 2012. Il tecnico britannico loda la grande partenza dei suoi piloti, sicuramente aiutati dalla fortuna e dall’ottimo sistema di start progettato a Maranello:“Senza quel primo giro sarebbe stata dura perché ci sono tante vetture molto veloci e sarebbe stata un’impresa superarle. La Safety-car è entrata nel momento peggiore per Fernando - ha aggiunto Fry - ma non so se saremmo comunque riusciti a tenere dietro Webber nell’ultima parte di gara”. Il giudizio sulla F2012 resta sospeso in attesa di un circuito vero come quello di Malesia dove si correrà domenica prossima:“Siamo indietro comunque rispetto ai migliori, anche se non tanto quanto si era visto ieri. Dobbiamo lavorare molto, questo è certo. La prossima settimana in Malesia avremo ancora una gara difficile: dovremo cercare di adattare la macchina al meglio alle caratteristiche del circuito di Sepang.”