FIA, Consiglio Mondiale: cambia la regola sul DRS con il bagnato

FIA, Consiglio Mondiale: cambia la regola sul DRS con il bagnato

Formula 1: il Consiglio Mondiale della FIA ha apportato alcune modifiche al regolamento in vista dell'inizio della stagione 2012

da in Circuito Melbourne F1, Fia, Formula 1 2017, Regolamento Formula 1 2017, Team F1 2017
Ultimo aggiornamento:

    consiglio mondiale della fia 2012 f1


    L’ultimo Consiglio Mondiale della FIA prima dell’inizio della stagione 2012 di Formula 1 ha inserito alcune piccole modifiche ai regolamenti, sostanzialmente tutte legate alla sicurezza. La più importante riguarda l’utilizzo dell’ala mobile posteriore, il DRS, con pista bagnata. Sarà il direttore di gara, d’ora in poi, a valutare di volta in volta se è possibile utilizzare o meno il dispositivo in gara a seconda della visibilità. Sappiamo, infatti, che in caso di pioggia le monoposto alzano grandi scie d’acqua che rendono la visuale decisamente compromessa per chi sta dietro. Approfittare del vantaggio in termini di velocità di punta del DRS potrebbe creare non pochi problemi in fase di sorpasso.

    Consiglio Mondiale FIA pre-stagione 2012

    Gli ultimi ritocchi al regolamento messi in atto dalla FIA hanno interessato da una parte la possibilità di utilizzare un set di gomme da asciutto in più al sabato nel caso in cui le prove libere del venerdì si disputino interamente con gomme da bagnato. Dall’altra, il cosidetto “coprifuoco” dei meccanici durante gli weekend di gara con delle precisazioni sugli orari da rispettare: fino a ieri, non era chiaro come comportarsi nel caso di eventi che si disputano in notturna, vedi il Gran Premio di Singapore.

    Due zone DRS nel GP d’Australia 2012

    A proposito di DRS, segnaliamo che in occasione del Gran Premio d’Australia, gara inaugurale della stagione 2012, la FIA ha indicato due zone nelle quali potrà essere utilizzato. Lo scorso anno ne fu individuata solo una. Il circuito di Melbourne non consente facili sorpassi ma è comunque in grado di garantire un bello spettacolo anche senza bisogno dell’ala mobile posteriore. Mettere due zone DRS può sembrare decisamente eccessivo soprattutto per chi, come i puristi della disciplina, ritiene questa trovata uno sgradevole artificio, figlio solo dell’obbligo di fare spettacolo a tutti i costi. Tale decisione ci fa chiaramente intendere cosa dovremmo aspettarci anche per il resto della stagione.

    398

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Circuito Melbourne F1FiaFormula 1 2017Regolamento Formula 1 2017Team F1 2017
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI