Fia: testato Roll-Hoop per proteggere il casco del pilota [VIDEO]

da , il

    Felipe Massa, test ferrari f2012

    Proseguono gli studi della Federazione per rendere ancor più sicure le monoposto. Dopo l’incidente di Felipe Massa in Ungheria nel 2009 e la tragedia che ha ucciso il giovane Henry Surtees in una gara di Formula 2, il punto cruciale sul quale intervenire è diventato il cockpit, nello specifico il bisogno di trovare un sistema che protegga il casco del pilota da ruote e oggetti che potrebbero staccarsi e diventare letali.

    Niente parabrezza o capsule, stavolta si è testata una struttura a traliccio, il Roll-hoop in titanio e realizzata dal team Lotus. Posizionata immediatamente davanti all’abitacolo, dovrebbe deviare eventuali oggetti destinati altrimenti a colpire il pilota.

    Tutto semplice e perfetto, quindi? Nient’affatto. In primis, ci sono problemi di visibilità laterale, visto che si tratta di una struttura a mo’ di rollbar che interferisce e non poco nel campo visivo. Poi – e questo sarebbe un dettaglio trascurabile, se servisse a tutelare i piloti -, non è proprio il massimo del senso estetico. Se poteva esserci qualcosa di più brutto del muso a scalino, eccola.

    I risultati dei test condotti in Inghilterra sono stati positivi. E’ stata scagliata una ruota di Formula 1 (20 kg di peso; ndr) a 225 km/h contro il casco del pilota, riprodotto insieme alla struttura di sicurezza.

    «Il Roll-hoop ha fatto un lavoro molto buono, è stata in grado di tenere la ruota distante dalla testa del pilota», ha spiegato Andy Mellor, del Fia Institute. Non solo la ruota non ha colpito il casco, ma si è anche sgonfiata, diminuendo così le possibilità di rimbalzo su eventuali altri piloti.

    E’ presto per dire se e quando verrà adottata una tale soluzione, certo è che i risultati del test svolto dal Fia Institute, quando saranno completamente soddisfacenti, verranno sottoposti al gruppo di lavoro tecnico per un’eventuale adozione.