Fisichella:”Nel 2007 vincerò io”

da , il

    Wallpaper, Fisichella Helmet's

    Con grande pazienza e grande dedizione al lavoro, alla fine Fisico ce l’ha fatta.

    Ha sopportato anni bui tra Benetton, Jordan e Sauber; si è sbarazzato di rivali molto più accreditati come Schumacher (reso innocuo dall’età) ed Alonso (affidatosi ad una interlocutoria McLaren)…

    Per cui il pilota romano, si guarda intorno, fa due conti, e si gasa di brutto.

    Intervistato da Italia 1 dichiara: “HO LA CONVINZIONE DI VINCERE IL MONDIALE F1. Non è solo un pensiero è un sogno, quello di vincerlo. E’ quasi una convinzione che ho. Sono consapevole di avere in mano il prossimo anno una grande macchina, una grande squadra dove ho già lavorato da due anni e che quindi conosco bene. E più facile per questa nuova stagione, devo iniziare subito al massimo per realizzare questo mio sogno. L’anno prossimo credo che sarò protagonista insieme a Raikkonen e ad Alonso. Dipenderà tutto dalla vettura se sarà veloce e affidabile. A proposito di affidabilità, la McLaren nella stagione appena conclusa ha peccato proprio in questo. Tra l’altro, la Ferrari ha una grossa esperienza con le Bridgestone e questo li avvantaggia. L’incognita della casa di Maranello è legata a Raikkonen. Bisogna vedere come si adatta”.

    Eh sì. Perché i problemi per Fisichella non sono tanto legati ad i suoi standard. Ormai noti.

    Piucchealtro. Un avversario scomodissimo ha salutato il Circus: Schumacher pensionato dà inevitabilmente molte chance a molti altri piloti di mettersi in mostra.

    Un altro rivale che ha già ampiamente dimostrato di saper ridimensionare il pur bravo Giancarlo, Fernando Alonso intraprende una nuova avventura con un team che – per quanto sia blasonato – non vince ormai dal 1999 e quindi qualche preoccupazione, almeno per il primo anno, la fa trasparire.

    L’ultimo, perché ormai solo due sono rimasti, è Raikkonen. Il finlandese va in una squadra stravincente che avrà sicuramente una gran macchina e – a differenza degli altri – è già in sintonia con le gomme Bridgestone. Per contro il team è fortemente rinnovato e pure Kimi dovrà adattarsi molto in fretta per non perdere terreno utile ad inizio stagione.

    Questo breve quadretto, per dire solo una cosa. Fisico il mondiale lo può davvero vincere. Ma solo se gli altri lo perderanno! Tra Ferrari e McLaren sembra difficile che almeno uno dei due non riesca a tirare fuori una macchina supercompetitiva. Al resto, ambientamento a parte, ci penseranno quei tipi al volante.

    Per Giancarlo, perciò, si prospettano comunque tempi duri. A meno che non tiri fuori dal cilindro una trasformazione incredibile un po’ come fece Hakkinen e come altri piloti sono stati in grado di realizzare nel momento in cui si sono trovati ad essere dei veri candidati per il titolo.

    Come è normale che sia a stagione appena conclusa, vi sono molte incognite. Molti nodi che, però, cominceranno a sciogliersi già nei test invernali.

    L’unica cosa certa per Fisico è che questo treno passa solo una volta.

    Fonte | Grand Prix

    Foto Wallpaper | giancarlofisichella.com