Flag to Flag : si o no?

Flag to flag a Philip Island

da , il

    Per la prima volta nel Motomondiale 2006 si ricorre alla regole del Flag to Flag durante la gara australiana di Philip Island, disputata per la prima metà su pista semi-asciutta e poi decisamente bagnata.

    La regola del Flag to Flag impone sostanzialmente ai piloti della MotoGP (125 e 250 cc rimangono con le vecchie regole) di portare a termine la gara a qualsiasi costo con le seguenti modalità:

    1. gara bagnata prima dello start: se la gara è bagnata prima della partenza, si potrà cambiare la propria moto in qualunque momento.

    2. gara asciutta allo start: se la gara parte “asciutta”, e inizia a piovere dopo, sarà possibile cambiare la propria moto solamente dopo che i commissari avranno esposto la bandiera bianca.

    box. corsia dei box: nella corsia dei box è stabilita una velocità massima di 60 Km orari. E’ altres’ vietato qualsiasi sorpasso in questa corsia, pena salatissime multe (500 $) per il centauro disobbediente, mentre se il sorpasso avvenisse in gara, anche un ride-through (lo stop and go passando dalla corsia dei box – altro tempo che si perde! -)

    Dopo le numerose polemiche che hanno accompagnato questa regola nel corse dell’anno scorso, oggi invece, a sentire Valentino, sembra aver funzionato date le sue parole positive:”non so, alla fine è andato bene, non ci sono state grosse difficoltà e si è svolto tutto abbastanza tranquillamente. Non penso che esista una regola che vada sempre bene per la pioggia, questa diciamo non ha fatto danni, non è negativa.

    Dal punto di vista della sicurezza? e dello spettacolo? e della strategia? Che ne pensate?