Formula 1 2008, il punto su team e piloti dopo la prima settimana di test

Formula 1 2008, il punto dopo la prima settimana di test a Jerez

da , il

    Dopo la prima intensa settimana di test a Jerez, cechiamo di fare il punto della situazione di team e piloti tra ambiziose presentazioni e umili anteprime, piccoli debutti e fragorosi ritorni. In ordine alfabetico dalla A alla… W.

    Alonso, Fernando. Riprende in mano la Renault, Briatore gli dà carta bianca e lui obbliga la scuderia a mettergli in pista una vettura di Formula 1. Una qualunque, a patto che non abbia il traction control, giusto per provare questa novità con la quale due tipi tutt’altro che innocui come Hamilton e Raikkonen hanno già percorso quasi un migliaio di km. Risultato: primo giorno = primo tempo. I tempi dei test , una volta tanto, contano. Per dirla in poesia: al di là del senso della frase, talvolta bastano le parole a rendere un’idea.

    BMW Sauber F1.08. Che paura di spavento. Almeno a parole. Questi si presentano con una macchina che sembra disegnata dal cugino di primo grado del dio della F1, Si godono alla grande i riflettori pronti, però, a toglierseli di dosso appena c’è da mettere le ruote sull’asfalto. I loro chilometri d’apertura sono sul Ricardo Tormo di Valencia, al riparo da occhi indiscreti ma non dal tempaccio che stempera ogni velleità. Nonostante anche qualche piccolo inconveniente meccanico, le cose si sistemano nei giorni successivi. In attesa di un confronto pubblico, buona la seconda?

    Ferrari F2008. Missilone rosso il primo giorno con Kimi Raikkonen bastonatore di Felipe Massa in primis e di tutti gli altri a seguire. Negli altri giorni le prestazioni tornano nei ranghi. I giudizi restano alle stelle e spaziano da un Raikkonen con “molto meglio della F2007” (che catorcio non era…) a “siamo migliorati ovunque, non abbiamo punti deboli” di Felipe Massa. Lo stesso Felipe Massa rimasto a piedi in mezzo alla pista ha poi ribadito “cerchiamo affidabilità al 100%”. Qualcuno dovrebbe dirgli che, a quel punto, non avrà più scuse e forse ritratterà. A futura memoria.

    Fisichella, Force India e Liuzzi. Italiani alla riscossa. Il romano arriva e fa subito capire al team che differenza c’è tra un pilota d’esperienza e un pilota talentuoso ma inesperto o, peggio ancora, un pilota con la valigia. Dà indicazioni chiare e la squadra lo segue con soddisfazione. Intanto, Mike Gascoyne pensa bene di mettergli un po’ di pepe sulla coda:”Se i nostri piloti pensano di essere al sicuro si sbagliano di grosso. Si devono ricordare chi è il nostro terzo pilota e se i risultati loro non li fanno, vorrà dire che ci penserà lui!”.

    McLaren Mercedes MP4-23. Hanno preso a girare come dei pazzi scatanti. Oltre 4000 km fatti in dieci giorni scarsi maltempo compreso e uscite di pista di Hamilton comprese. Problemi di affidabilità: ZERO. Uscite di pista: DUE. L’autore è sempre lui: Lewis Hamilton, fresco di rinnovo. “Si sbaglia… se si va troppo forte, ma senza traction control sul bagnato è divertente” sostiene l’inglese che farà coppia fissa per 5 anni con Kovalainen. Il finlandese, invece, si gratta il capo cercando di capire quanto è diversa ‘sta roba rispetto alla Renault. Tanto. Ma tanto davvero. Talmente tanto che prende mezza paga da de la Rosa, il quale immemore di essere stato già graziato una volta da Ron Dennis, racconta alla stampa come si stava bene quando c’era Alonso…

    Red Bull RB4 e Toyota TF108. Sono loro a concludere il primo lotto di presentazioni. Entrambe reduci da stagioni non all’altezza della situazione, hanno preso il 2008 come l’anno della svolta. Nessun proclama a breve termine, ma tanta voglia di invertire la rotta e poggiare solide basi per una crescita che farà raccogliere dei frutti più in là. Per ora, nonostante i soldi dei giapponesi e nonostante il genio di Newey per gli austriaci di Dietrich Mateschitz, non si vede molta luce in fondo al tunnel. Good night.

    Super Aguri e Honda. Stessa casa e stessa sorte. Differenti auspici. Mentre il team di Ross Brawn decide deliberatamente di disertare l’appuntamento in terra iberica, la scuderia di Aguri Suzuki attende dei fondamentali pezzi di ricambio che, a causa di rocambolesche vicende, non arriveranno mai. In tre giorni portano a casa dati per un totale di 10 miseri giri.

    Toro Rosso. Mentre Adrian Newey progettava la RB4, il suo segretario continuava lo sviluppo della Toro Rosso del 2007. Mistero inspiegabile, ma questa macchina sta costantemente davanti.

    Williams. Visto l’inizio d’anno in sordina a causa dei ritardi per la nuova vettura, Frank e soci, mentre Patrick Head viene coinvolto in uno scandalo politico inglese per dei rapporti privilegiati con un politico corrotto, pensano bene di dare un po’ di verniciate celebrative alle macchine. Ne hanno previste sei differenti. Ecco la prima per festeggiare i 500 GP.

    I test in cifre:

    Test F1 a Jerez del 14-01-2008: risultati e classifica

    1. Raikkonen Ferrari (B) 1:19.846 59
    2. Massa Ferrari (B) 1:20.123 42
    3. de la Rosa McLaren-Mercedes (B) 1:20.548 54
    4. Vettel Toro Rosso-Ferrari (B) 1:20.732 40
    5. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) 1:20.936 48
    6. Bourdais Toro Rosso-Ferrari (B) 1:20.997 47
    7. Rosberg Williams-Toyota (B) 1:21.143 47
    8. Trulli Toyota (B) 1:21.314 84
    9. Piquet Renault (B) 1:21.696 41
    10. Coulthard Red Bull-Renault (B) 1:21.746 49
    11. Liuzzi Force India-Ferrari (B) 1:23.035 44
    12. Nakajima Williams-Toyota (B) 1:23.134 42
    13. Glock Toyota (B) 1:24.351 56
    14. Rossiter Super Aguri-Honda (B) 1:34.862 10

    Test F1 a Jerez del 15-01-2008: risultati e classifica

    1. Alonso Renault (B) 1:19.503 70
    2. De la Rosa McLaren-Mercedes (B) 1:19.650 111
    3. Raikkonen Ferrari (B) 1:19.708 90
    4. Rosberg Williams-Toyota (B) 1:19.756 81
    5. Massa Ferrari (B) 1:19.772 85
    6. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) 1:19.780 130
    7. Vettel Toro Rosso-Ferrari (B) 1:20.305 86
    8. Bourdais Toro Rosso-Ferrari (B) 1:20.346 76
    9. Webber Red Bull-Renault (B) 1:20.392 80
    10. Nakajima Williams-Toyota (B) 1:20.526 66
    11. Glock Toyota (B) 1:20.598 109
    12. Fisichella Force India-Ferrari (B) 1:20.764 76
    13. Kobayashi Toyota (B) 1:22.060 55

    Test a Jerez del 16-01-2008: risultati e classifica

    1. Glock Toyota (B) 1:19.799 96
    2. Hamilton McLaren-Mercedes (B) 1:20.099 73
    3. Alonso Renault (B) 1:20.363 49
    4. Bourdais Toro Rosso-Ferrari (B) 1:20.407 51
    5. Massa Ferrari (B) 1:20.500 85
    6. Kovalainen McLaren-Mercedes (B) 1:20.535 79
    7. Kobayashi Toyota (B) 1:20.577 53
    8. Raikkonen Ferrari (B) 1:20.646 88
    9. Nakajima Williams-Toyota (B) 1:20.758 57
    10. Sutil Force India-Ferrari (B) 1:21.705 71
    11. Webber Red Bull-Renault (B) 1:22.275 53
    12. Coulthard Red Bull-Renault (B) 1:22.581 54
    13. Hulkenberg Williams-Toyota (B) 1:24.023 65
    14. Vettel Toro Rosso-Ferrari (B) 1:24.873 50