Formula 1 2008: vota il miglior sorpasso

Vota il più bel sorpasso della Formula 1 2008 scegliendo, tra i video proposti, le azioni di Heidfeld, Massa, Hamilton, Vettel, Alonso, Raikkonen e Piquet Jr

da , il

    Dopo aver votato la peggiore gaffe dell’anno, chi tra Heidfeld, Massa, Hamilton, Vettel, Alonso, Raikkonen e Piquet Jr. merita il riconoscimento per la manovra più bella, più spettacolare, più difficile? Insomma: qual è stato il miglior sorpasso della stagione 2008 di Formula 1?

    Congedando il vecchio 2008 e accogliendo nel miglior modo il 2009, non si poteva non puntare i riflettori sul momento simbolo della corsa a motore: il sorpasso. L’augurio è che nel nuovo anno, di scene come le seguenti, se ne vedano sempre di più. Per il resto, buona visione! E dite la vostra…

    NICK HEIDFELD SU KIMI RAIKKONEN E HEIKKI KOVALAINEN

    Circuito di Silverstone, Gran Premio di Gran Bretagna.

    L’inghilterra è sotto l’acqua. Nick Heidfeld in grande rimonta indovina un paio di traiettorie perfette e si sbarazza prima della Renault di Alonso e della Toyota di Glock, poi punta verso Raikkonen e Kovalainen e li mette negli specchietti entrambi. Doppio doppio sorpasso. Nello stesso punto. Quando si dice avere una marcia in più! Per dovere di cronaca va detto che, quantomeno, il sorpasso sul ferrarista è stato facilitato dalle precarie condizioni degli pneumatici che furono erroneamente non cambiati durante il pit stop.

    NICK HEIDFELD SU ALONSO E COULTHARD

    Circuito di Sepang, Gran Premio di Malesia.

    Tu chiami e Nick risponde. Heidfeld non lascia ma raddoppia ed in tema di sorpassi spettacolari propone dal proprio repertorio un altro “double”. Stavolta le vittime sacrificali sono Fernando Alonso e David Coulthard.

    FELIPE MASSA SU KOVALAINEN E BARRICHELLO

    Circuito di Montreal, Gran Premio del Canada.

    Il doppio sorpasso non è materia solo per Nick Heidfeld. Anche Felipe Massa sa dire la sua. Basti apprezzare come nell’approssimativo manto d’asfalto di Montreal compie al tornantino una staccata perfetta e si infila nello stretto, strettissimo pertugio lasciato incolpevolmente aperto da Kovalainen e Barrichello.

    FELIPE MASSA SU LEWIS HAMILTON

    Circuito dell’Hungaroring, Gran Premio d’Ungheria.

    Si spengono i semafori e Felipe Massa parte a razzo dalla seconda fila. Kovalainen è sverniciato. Hamilton le prova tutte: si porta all’interno, protegge la traiettoria, il punto di corda… ma non c’è niente da fare. Il pilotino, pur di cacciare negli specchietti il rivale della McLaren, tira una staccata da Oscar e va oltre le leggi della fisica sgommando via dall’esterno.

    FERNANDO ALONSO SU KUBICA E VETTEL.

    Circuito di Spa-Francorchamps, Gran Premio del Belgio.

    Fernando Alonso monta gomme da bagnato all’ultimo giro quando sul tracciato delle Ardenne si scatena la pioggia. La scelta è più che azzeccata e la rimonta incredibile. Se Bourdais, Kovalainen non rappresentano dei problemi, il capolavoro lo compie all’ultima curva dove si spara in vena una dose di freddezza e mette dietro Kubica e Vettel.

    LEWIS HAMILTON SU KIMI RAIKKONEN

    Circuito di Spa-Francorchamps, Gran Premio del Belgio.

    La mitica gara belga non è stata solo teatro della rimonta di Fernando Alonso. Tutt’altro. Là davanti Kimi Raikkonen e Lewis Hamilton se le sono date di santa ragione. Uno dei momenti più controversi della stagione rappresenta il famoso taglio di chicane di Lewis Hamilton nel quale, stando a quanto deciso dai commissari, l’anglocaraibico si avvantaggia sul finlandese senza poi restituire la posizione. Al di là dell’episodio, però, merita una citazione l’intera battaglia. Epica.

    KIMI RAIKKONEN SU FELIPE MASSA

    Circuito di Spa-Francorchamps, Gran Premio del Belgio.

    E pensare che sempre quel GP del Belgio di cui sopra, era partito con ben altri auspici. Kimi Raikkonen, praticamente all’ultima spiaggia, fino all’imprevisto acquazzone dell’ultimo giro si era reso protagonista di una gara maiuscola, da vero dominatore, sin dal via. In partenza, infatti, con grandissima autorevolezza e persino eccessiva brutalità aveva messo dietro Felipe Massa sul Radillon dopo essere addirittura arrivato lungo alla prima staccata del tornantino La Source.

    SEBASTIAN VETTEL SU LEWIS HAMILTON

    Circuito di Interlagos, Gran Premio del Brasile.

    Forse il sorpasso meno spettacolare ma uno di quelli più importanti dell’anno. In una Interlagos resa insidiosissima dalla pioggia Sebastian Vettel mette irriverentemente dietro di sé Lewis Hamilton e fa piombare il futuro campione del mondo in un drammatico sesto posto che significa dire addio alle speranze di vittoria del titolo. Il destino, però, aveva altri piani quel giorno per il giovane pilota McLaren…

    NELSON PIQUET JR. SU JARNO TRULLI

    Circuito di Montreal, Gran Premio del Canada.

    La stagione di Nelson Piquet non è di quelle da incorniciare ma nel GP del Canada si rende protagonista di un attacco a tutta grinta su Jarno Trulli che lo vede avere la meglio. Lo sbigottimento di Flavio Briatore vale più di cento parole.