Formula 1 2008, vota la migliore gaffe!

Formula 1 2008, vota la migliore gaffe!

Tra il box Ferrari, Felipe Massa, Lewis Hamilton e Kimi Raikkonen, chi vince il premio per la peggiore gaffe del 2008? Leggi le nostre proposte e guarda i vari video

da in Felipe Massa, In Evidenza, Incidenti Formula 1, Kimi Raikkonen, Lewis Hamilton, Video Formula 1
Ultimo aggiornamento:

    Tra safety car improvvise e piogge insistenti, il 2008 è stato l’anno degli imprevisti, dei colpi di scena, degli errori e delle gaffe clamorose. Il sito Crash.net ne ha selezionate otto mettendo nel mirino personaggi come Lewis Hamilton, Kimi Raikkonen e Felipe Massa. Ve le riproponiamo e vi chiediamo: quale fra queste brutte figure ritenete la più clamorosa?

    RAIKKONEN TAMPONA SUTIL. Siamo a Montecarlo, Gran Premio di Monaco. La pista bagnata e la safety car hanno rimescolato più volte la classifica. A 6 giri dalla fine, un veloce e frustrato Raikkonen si trova incolpevolmente in quinta posizione dietro ad Adrian Sutil che già sogna di concludere ai piedi del podio. Il finlandese, però, tenta un attacco disperato fuori dal tunnel ed arriva lungo tamponando il pilota tedesco che deve dire addio allo storico risultato.



    HAMILTON TAMPONA RAIKKONEN. Siamo a Montreal, Gran Premio del Canada. Hamilton è in testa. Ad un certo punto entra in pista la safety car e, una volta aperta la pit-lane, tutti si precipitano a rifornire. Il pilota della McLaren entra primo ma i suoi uomini sono più lenti di quelli Ferrari e BMW. Viene così superato da Raikkonen e da Kubica i quali, trovando il semaforo rosso, si fermano diligentemente all’imbocco della corsia di accelerazione. Hamilton riparte distratto e si accorge solo all’ultimo momento che davanti a lui ci sono due vetture ferme. Non fa in tempo ad evitarle andando a tamponare un ignaro Kimi Raikkonen. Corsa finita per entrambi e grande flemma per il finlandese il quale, evidentemente, era ancora convinto di potersi rifare.



    MASSA COMPIE 5 TESTACODA. Siamo a Silverstone, Gran Premio di Gran Bretagna. Piove e molto per tutti. Molto di più per Felipe Massa che non riesce proprio a tenere la sua Ferrari in strada. Qualcuno ha provato a contare i suoi testacoda: pare siano stati almeno 5! La giornata più nera per il pilotino. Fosse allora riuscito a concludere anche solo all’ottavo posto, avrebbe vinto il mondiale che, ripensando a quella giornata, si fatica a dire meritatatamente.



    RAIKKONEN BUTTA VIA LA VITTORIA. Siamo a Spa-Francorchamps, Gran Premio del Belgio. Dopo aver dominato la corsa sin dal via, Kimi Raikkonen viene ripreso e superato da Lewis Hamilton a due tornate dalla fine quando inizia clamorosamente a piovere sulle Ardenne. Sono due giri da cardiopalma con i piloti impegnati a darsi battaglia senza esclusione di colpi montando gomme da asciutto su un’asfalto reso ormai impraticabile dall’acqua. I testacoda si ripetono e, quando Raikkonen sembra averla spuntata su Hamilton, il ferrarista si gira ancora e va a sbattere nell’estremo tentativo di tenere dietro l’inglese. Lo avesse fatto passare, avrebbe ottenuto la vittoria a tavolino a seguito della penalizzazione subita da Hamilton per un sorpasso scorretto effettuato sullo stesso finlandese in quelle concitate fasi di gara.



    MASSA PARTE CON IL BOCCHETTONE DELLA BENZINA ATTACCATO. Siamo a Singapore, nell’omonimo Gran Premio. Anche qui c’entra una safety car.

    I piloti rientrano per rifornire e, in quella tesissima fase di gara, si registra una clamorosa gaffe del box Ferrari. L’uomo incaricato di accendere la luce verde del semaforo che sostituisce il classico lollipop dà il via troppo presto a Felipe Massa che riparte dalla sua piazzola trascinandosi dietro il bocchettone. Il serpentone travolge e ferisce qualche meccanico. Quando il brasiliano se ne accorge si ferma ed attende che i suoi uomini lo liberino dallo sgradito compagno di viaggio. Riparte in ultimissima posizione. Era primo ed aveva la vittoria in tasca.



    COULTHARD SI RITIRA ALLA PRIMA CURVA DELL’ULTIMO GP. Siamo ad Interlagos, Gran Premio del Brasile. David Coulthard è all’ultima gara della sua lunga carriera. Per rendere omaggio al pilota scozzese, è stata persino realizzata una vettura con una livrea celebrativa. Tutto è pronto per la festa ma il mascellone pensa bene di mettersi nei guai già dopo poche centinaia di metri. Indegna conclusione. E pensare che gli avevano montato anche un’innovativa telecamera sul casco…



    HAMILTON SI FA PASSARE DA VETTEL. Siamo ancora ad Interlagos, Gran Premio del Brasile. Hamilton veleggia in una comoda quarta posizione quando inizia a piovere. Anziché battagliare con uno scatenato Vettel, Hamilton decide di accontentarsi del quinto posto per non rischiare nulla. Non fa, però, i conti con Glock. Il pilota tedesco è l’unico a non fermarsi per montare gomme da bagnato. Così facendo fa precipitare Hamilton nell’inferno della sesta posizione dalla quale riesce ad uscirne solo all’ultima curva dell’ultimo giro quando la pioggia ha aumentato di intensità ed il driver Toyota è completamente senza controllo della monoposto



    IL BOX FERRARI FESTEGGIA TROPPO PRESTO. Sempre ad Interlagos, Gran Premio del Brasile. Di fronte alla scena di cui sopra e dopo aver visto Felipe Massa già tagliare il traguardo in prima posizione, l’entusiasmo nel box Ferrari è alle stelle. Senza aspettare che Hamilton concluda, iniziano i festeggiamenti a ritmo di samba. Salvo poi, 20 secondi dopo, scoprire l’amara verità. La faccia del padre di Massa, vale più di mille parole.

    Foto: motorsport

    1622

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Felipe MassaIn EvidenzaIncidenti Formula 1Kimi RaikkonenLewis HamiltonVideo Formula 1