Formula 1 2009: ecco tutte le novità

Guida alle novità regolamentari della Formula 1 2009: KERS, gomme slicks, limitazioni aerodinamiche, motore per 3 grand premi sono i fatti più eclatanti

da , il

    In attesa che i team si pronuncino su assegnazione dei punteggi e format delle qualifiche, già ardono sul fuoco della Formula 1 2009 temi succulenti come gomme slick, KERS, motori a lunga vita e limitazioni aerodinamiche. In risposta a molte richieste pervenuteci e grazie al supporto del sito ufficiale della Formula 1, abbiamo preparato una piccola guida che fa il punto sulle tante novità regolamentari che nel 2009 investiranno il Circus iridato.

    OBIETTIVI. Lo scopo di queste novità è uno e trino. La FIA, infatti, vuole contemporaneamente ridurre i costi, aumentare lo spettacolo e puntare alla ricerca ed alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema del rispetto dell’ambiente. Da notare che, raggiunti eccellenti standard di sicurezza, l’istanza ecologista ha sostituito nell’agenda della Federazione, la tanto ossessiva quanto mai fuori luogo imposizione di crash test sempre più severi.

    GOMME. Dopo 10 anni di gomme scanalate, ritornano le slicks. La mossa si inserisce all’interno di un disegno più ampio che tende ad incrementare l’aspetto meccanico più che quello aerodinamico delle monoposto. Il grip aumenterà del 20%.

    AERODINAMICA. In risposta alla maggiore aderenza data dalle gomme slick, il carico aerodinamico sarà drasticamente ridotto. Esteticamente il corpo vettura apparirà più pulito poiché saranno vietate quelle alette e quei deflettori prosperati come funghi fino al 2008. Concretamente, oltre a bilanciare l’incremento di grip proveniente dagli pneumatici, queste aerodinamiche “semplificate” dovrebbero ridurre il disturbo di chi precede, rendendo più agevoli le manovre di sorpasso. L’ala anteriore monterà flap mobili manovrabili dal pilota per un massimo di due volte per giro, sarà abbassata di 75mm e si allargherà di 400mm (da 1400 a 1800, vale a dire la stessa larghezza della monoposto). L’ala posteriore sarà alzata di 150mm e sarà ridotta in larghezza da 1000 a 750 mm. Il diffusore al retrotreno, infine, sarà modificato in modo tale da generare meno carico aerodinamico.

    KERS. Dal 2009, i team avranno la possibilità di utilizzare il Kinetic Energy Recovery System per incrementare provvisoriamente la prestazione dell loro macchina. Il sistema accumula energia durante la frenata mediante un sistema meccanico o elettrico ed il pilota, grazie ad un pulsante “boost” situato sul volante, può scegliere quando usufruire di questa potenza aggiuntiva durante il suo giro di pista. Ad oggi, il surplus è stimato tra i 60 e gli 80 cavalli e può durare al massimo per 7 secondi al giro. Questo si trasforma, parlando di tempi, in una manciata di decimi di vantaggio a tornata che possono, però, venir annullati dal peso e dall’ingombro delle scomode apparecchiature.

    MOTORI. La stessa unità passa da due a tre gare consecutive in termini di utilizzo. E’ al vaglio, inoltre, l’ottenimento di un’ulteriore standardizzazione nelle prestazioni che supplisca al mancato accordo per il fornitore unico del 2010.

    TEST. Dai 30.000 del 2008, i chilometri disponibili per i test durante la stagione 2009 scenderanno a 20.000. Scontata è la conferma di bonus extra per i team che faranno provare giovani piloti non ancora in possesso della superlicenza.