Formula 1 2009, la Honda farà esordire un team americano? Danica Patrick ci spera

sembra tutto pronto per l'esordio in formula 1 dal 2009 di un team americano, satellite della honda

da , il

    La Honda perde il pelo ma non il vizio. Dopo aver fatto naufragare l’esperienza Super Aguri, la casa giapponese ripensa all’idea di un team satellite e, guardando agli Stati Uniti, sembra seriamente intenzionata a sfruttare la licenza in suo possesso dell”11° team di F1, per far esordire una squadra americana.

    Il nome che dovrebbe avere il compito di portare avanti il progetto è quello di Ken Anderson, ingegnere che ha già lavorato in Formula 1 e che potrebbe rappresentare la versione a stelle e strisce di Aguri Suzuki.

    Se per la Super Aguri si trattava di un team fieramente 100% nippon, questo dovrebbe essere il corrispondente americano e, dato per scontato l’impiego di Takuma Sato come pilota di esperienza e richiamo in casa Honda, l’altro sedile potrebbe essere occupato nientemeno che da Danica Patrick. La 26enne pilotessa della Indycar è la prima donna della storia ad aver vinto una gara in quel campionato e l’interesse della Honda per le sue prestazioni è pubblico. Probabilmente, però, per vedere la Patrick nel mondiale ci vorrà un anno di esperienza come tester.

    Per questo motivo, in attesa di una promozione al fianco di Jenson Button nel team “ufficiale”, il suo posto potrebbe essere occupato nel 2009 dal nostro Luca Filippi o, in alternativa, da Alvaro Parente.

    I tempi sono molto ristretti. Se il progetto andrà in porto, però, vedrà la luce già dal prossimo anno. In questo senso sarà decisivo un incontro tra Ross Brawn, Nick Fry e lo stesso Anderson che si terrà a breve, a pochi giorni di distanza da un altro fondamentale meeting al quale parteciperà l’indispensabile Bernie Ecclestone.

    Se le rose fioranno, per metà estate dovrebbe esserci l’annuncio ufficiale della nascita del progetto.

    Foto | mysportswallpapers