Formula 1 2010: rifornimenti vietati

La Formula 1 del 2010 manterrà sostanzialmente lo stesso regolamento del 2009 ad eccezione per alcuni dettagli come, ad esempio, i rifornimenti che con molta probabilità saranno vietati per agevolare lo spettacolo e ridurre i costi

da , il

    Nella Formula 1 del 2010 non ci saranno rifornimenti. Una notizia tutt’altro che scontata se si considera che, nell’ultimo Consiglio Mondiale, è stato deciso di lasciare il regolamento del 2010 identico a quello del 2009. Vediamo cosa cambia.

    FORMULA 1 2010. Benché i team abbiano ottenuto il congelamento delle norme del 2009, nel 2010 alcune novità ci saranno. In tema di rifornimenti, ad esempio, è la stessa FOTA la prima a volere l’abolizione delle pompe di benzina. Non tanto per una questione di costi, quanto per provare a dare un incentivo alle battaglie in pista. Sempre la FOTA vuole quanto prima regole precise perché la progettazione delle nuove monoposto è già cominciata, come conferma il CEO McLaren Martin Whitmarhs:“Sono certo che il divieto di rifornire sara’ introdotto. Stiamo progettando la nuova macchina tenendo conto di un serbatoio molto più grande ed è attorno a questo elemento che si snoderanno le principali novità”.

    MAXI SERBATOIO. La nuova sfida che gli ingegneri si trovano davanti è quella di ripensare la vettura dovendo accogliere uno scomodo inquilino: un serbatoio di dimensioni praticamente doppie rispetto all’attuale. Non solo: in fase di progettazione andrà pensata una macchina che sia equilibrata e stabile anche nella prima metà di gara, quando il peso sarà nettamente superiore rispetto a quello del 2009. In tal senso, non è assurdo pensare che squadre come Ferrari e McLaren che più a lungo hanno dovuto “arrangiarsi” con lo scomodo KERS, saranno avvantaggiate nel dover gestire quest’altro peso aggiuntivo.

    RIFORNIMENTI VIETATI. In termini di conseguenze pratiche, un abolizione dei rifornimenti porterà innanzitutto ad una qualifica vecchio stampo con macchine che girano a serbatoi scarichi e piloti che si sfidano senza handicap o vantaggi particolari. In secondo luogo, la strategia avrà un peso decisamente inferiore in quanto l’unico elemento su cui intervenire resteranno i cambi gomma. Cambi gomma che riporteranno i meccanici a sfidarsi a “chi lo fa più velocemente”. Infine, l’abilità del pilota non sarà solo quella di andare forte sul giro secco o di saper martellare tempi stratosferici a ripetizione ma ritornerà in voga il concetto di “gestione della macchina“. Una bella sfida, soprattutto per i giovanotti cresciuti a pane e playstation. Nel 1993, ultimo anno senza rifornimenti, come mostra il video in alto, le cose andarono in quel modo.