Formula 1: 6 milioni di Euro per un posto da pilota titolare

Formula 1: 6 milioni di Euro per un posto da pilota titolare

Formula 1: la HRT chiede 6 milioni di Euro per far correre un pilota in F1

da in Formula 1 2017, HRT F1, Jarno Trulli, Mercato Piloti F1, Piloti F1 2017, Vitaly Petrov
Ultimo aggiornamento:

    piloti paganti Formula 1 - 6 milioni


    Ci vogliono 6 milioni di Euro per diventare pilota pagante di Formula 1. Basta questa cifra e una minima esperienza di guida a buoni livelli per accaparrarsi l’ultimo posto disponibile nell’ultima scuderia della griglia di partenza: la HRT. La caccia degli spagnoli al miglior offerente prosegue facendo nascere più di qualche imbarazzo all’interno del Circus. I piloti paganti ci sono sempre stati, per carità, ma stavolta sembra che stia quasi per partire un’inserzione su e-bay alla ricerca di quello disposto a mettere sul piatto la cifra più alta…

    HRT F1. Il nome in pole position è quello dell’olandese Giedo van der Garde. Il 26enne, un tempo conteso da vari team, è una promessa mai sbocciata che non ha mostrato cose rilevanti nemmeno in GP2. Secondo gli iberici di Marca, sarà in grado di portare alla HRT i 6 milioni di Euro richiesti per il sedile. La notizia riporta ardentemente in auge il dibattito sull’opportunità o meno che la Formula 1 apra le porte ai piloti paganti. Il buon senso ci porta a schierarci in modo nettamente contrario rispetto a tale usanza. La storia, però, ci insegna che alternative non esistono. Soprattutto tra le scuderie di fascia media o bassa che si giocano la sopravvivenza giorno per giorno. Per dirla alla Chris Horner:“C’è sempre stato nella storia il pilota che pagava per un posto. Se si guarda alle squadre di F1, è sempre stata una questione di bilanciare il denaro che arriva con il talento del pilota.

    La F1 è sempre stata così”

    VITALY PETROV. Tanti ce ne sono e tanti ce ne saranno. Sempre. In questi giorni si sente un gran parlare di Vitaly Petrov come terzo uomo alla Caterham. In realtà il russo punta a portare i propri sponsor sulla monoposto malese per soffiare il sedile da titolare a Jarno Trulli. L’italiano, in tempi ancora non sospetti, aveva annusato il rischio. Altrimenti, come spiegare questa sua dichiarazione rilasciata due settimane fa:“Nick (Heidfeld, ndr) ha corso metà campionato ma ha ottenuto gli stessi punti di Petrov. Non si può generalizzare ma i piloti paganti è come se sentissero meno l’impegno”

    434

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Formula 1 2017HRT F1Jarno TrulliMercato Piloti F1Piloti F1 2017Vitaly Petrov