Formula 1 a Monaco: Ferrari crede nel successo

Formula 1: Ferrari prima in entrambe le sessioni di prove libere sul circuito di Montecarlo

da , il

    Ci vuole un’impresa per vincere il Gran Premio di Monaco di Formula 1. Sempre e comunque. La Ferrari crede che questo sia la volta buona dopo aver segnato in entrambe le sessioni di prove libere il miglior tempo sul giro grazie ad un Fernando Alonso in ottima forma. Nel venerdì che significa giorno di riposo per quanto riguarda la tradizione monegasca, i tecnici di Maranello stanno analizzando i dati raccolti per impostare la miglior strategie in vista delle qualifiche che, causa traffico e pioggia, si preannunciano l’esame più difficile che li separa dalla vittoria di domenica.

    FERRARI.143 giri percorsi in totale (75 con Felipe Massa e 68 con Fernando Alonso) e i due migliori tempi di sessione. Si è concluso con questi esaltanti numeri la prima giornata di prove libere sul circuito di Montecarlo. Stefano Domenicali, però, non si esalta:“Abbiamo iniziato in maniera positiva questo fine settimana ma sappiamo bene che la situazione può cambiare rapidamente”. Secondo il team principal Ferrari c’è ancora tanto lavoro da fare per tirare fuori tutto il potenziale dal pacchetto a disposizione. Chris Dyer fa sapere che resta ancora il punto interrogativo del carico di carburante con il quale hanno girato gli avversari. Da queste se ne deduce che i suoi piloti forse non erano così pesanti come nelle prove libere dei precedenti GP.

    FERNANDO ALONSO. “L’obiettivo principale era quello di capire come funzionavano le gomme e prendere confidenza con il circuito - ricorda l’asturiano minimizzando il primo posto finale nella classifica dei tempi - Su questo tracciato un cambiamento di assetto importante può darti mezzo decimo ma la fiducia nella guida ti può consentire di guadagnare mezzo secondo – ha spiegato – C’è ancora tanto lavoro da fare perché le condizioni della pista miglioreranno da qui a sabato. Speriamo di ritrovarci con una macchina ben bilanciata”.

    FELIPE MASSA. Il brasiliano non ha eguagliato i tempi di Alonso ma si è mostrato decisamente più in forma delle uscite precedenti. Lo aveva detto. Con gomme più morbide può dire la sua. “La situazione è ben diversa rispetto a Barcellona. Da una settimana all’altra ho trovato una vettura molto più stabile e facile da guidare e con tanta aderenza in più – ha riferito Massa – Detto questo, c’è ancora tanto da fare. Il traffico potrà essere un problema, in particolare in Q1, e dovremo cercare di gestire la situazione nella maniera migliore”.

    Foto: gpupdate.net