Formula 1 a Monaco: la Ferrari è nelle mani di Massa

Sarà Felipe Massa l'uomo della Ferrari in occasione del gran premio di Monaco, sesta tappa del Mondiale 2010 di F1

da , il

    massa_alonso_monaco

    Si sono concluse le qualifiche sul circuito cittadino di Montecarlo. Mark Webber, pilota della Red Bull e fresco vincitore nell’ultimo gran premio di Spagna, ha messo a segno il giro più veloce nella sesta prova stagionale e domenica cercherà l’impresa nelle insidiose stradine monegasche. Il team austriaco sale così a quota sei pole position su sei, confermandosi imprendibile anche sul difficile tracciato del Principato. Grande assente e potenziale rivale numero uno per il team di Milton Keynes nel pomeriggio di sabato è stata la Ferrari di Fernando Alonso.

    QUALIFICHE F1. L’asturiano infatti, è stato costretto a guardare i suoi rivali direttamente dai box, appiedato da un incidente in cui è stato protagonista nelle libere 3 del mattino. Telaio sfasciato e troppo poco tempo a disposizione per ripararlo – gli uomini del cavallino hanno fatto sapere che ci vogliono minimo quattro ore di lavoro per riparare un simile danno – . La F10 dell’ex campione del mondo domenica partirà quindi direttamente dalla pit lane, e la sua corsa a questo punto non sarà più verso il podio ma verso la zona punti. Sfumata la possibilità di una bella vittoria per lo spagnolo, che nelle libere del giovedì aveva dominato in entrambe le sessioni, toccherà al compagno di squadra Felipe Massa cercare di tenere alto l’onore del cavallino. Il brasiliano non ha brillato come Alonso, ma è riuscito a mantenersi sempre stabile nella top five in tutte le prove, e domenica partirà dalla seconda fila, accanto alla Red Bull di Sebastian Vettel.

    GP MONACO F1. Alla vigilia della gran premio di Monaco sembra quindi che se la stagione 2010 non ha ancora decretato il suo protagonista, visto l’alternarsi dei vincitori sul podio, c’è una presenza costante che aleggia all’interno del Circus e che a ogni tappa sceglie indisturbata le sue vittime. Scacciata la nuvola di sfiga dal box di Sebastian Vettel, che pareva aver parcheggiato accanto alla sua RB6, è stato infatti Lewis Hamilton a Barcellona a dover fare i conti con gli “imprevisti” dell’ultimo minuto, quando anche lui già si preparava a festeggiare. E a Monaco è toccato ad Alonso, dopo un inizio di weekend molto promettente. Ma la Ferrari si augura che la maledizione che solitamente perseguita il team di Maranello in questo appuntamento, risparmi per questa volta almeno Felipe Massa, in cui sono riposte le ultime speranze per portare a casa dei punti consistenti.

    FERNANDO ALONSO. Alonso comunque, anche se sa benissimo che sulle stradine di Montecarlo i sorpassi sono praticamente impossibili, non intende rinunciare a combattere per la top ten. “Queste cose accadono e non ci si può fare niente” ha commentato il due volte campione del mondo in riferimento al suo incidente. Sarà dura partire dal fondo qui a Monaco, ma la gara è lunga e nel 2006 Schumacher era partito ultimo riuscendo poi a chiudere in quinta posizione, per questo il mio obiettivo in gara sarà raccogliere punti. Vedremo se saremo fortunati”. Appunto…

    Foto: gpupdate.net