Formula 1 a Monaco: Schumacher promette bene

Un inizio di weekend positivo per la Mercedes GP sul circuito cittadino di Monaco, grazie al secondo posto di Nico Rosberg e al quinto di Michael Schumacher

da , il

    Nella prima giornata di prove libere, sul circuito cittadino di Montecarlo, Fernando Alonso è il leader della classifica in entrambe le sessioni. Nelle anguste stradine del Principato è stata la Ferrari del pilota spagnolo a brillare il giovedì mentre, dietro di lui, gli altri big e favoriti del mondiale hanno cercato invano il miglior tempo, dandosi battaglia fino all’ultimo secondo nel traffico che immancabilmente caratterizza prove e gara sul tracciato monegasco.

    PROVE LIBERE F1. Finora la F10 di Alonso si è comportata alla grande e il pilota del cavallino ha guidato in modo pulito su una pista notoriamente impegnativa, dove si pensava sarebbero state le velocissime Red Bull ad avere la meglio, anche se tutto è ancora da decidere. Ma solo Sebastian Vettel è riuscito ad avvicinarsi ai tempi dello spagnolo, mentre il vincitore a Barcellona e compagno di squadra Mark Webber è naufragato in fondo alla top ten. Ma a Montecarlo anche la Mercedes GP si è comportata egregiamente in questa prima giornata, dimostrando come il massiccio lavoro di restyling, messo a punto sulla monoposto in vista del gran premio di Spagna, cominci a dare i suoi frutti, come già dimostrato da Schumacher sul Circuit de Catalunya. L’ex campione del mondo, nonostante la sua “supremazia” su Rosberg sia durata lo spazio di un weekend, è soddisfatto del quinto miglior tempo ed è fiducioso nel fatto che la Mercedes GP riuscirà a trovare un buon piazzamento nelle qualifiche del sabato, visto che entrambe le vetture si sono aggiudicate un posto nei top five.

    MICHAEL SCHUMACHER. Grazie all’anomala geografia del circuito monegasco, Schumi sa che la Red Bull, rivale numero uno in questa stagione e finora regina indiscussa delle qualifiche, avrà più difficoltà a prendere subito il largo dalla vetta della griglia.Monaco è sicuramente un posto speciale per correre ha commentato il pilota tedesco a fine giornata, che qui ha vinto cinque volte nel corso della sua carriera. “Ho ritrovato il ritmo di un tempo, specialmente sui long run e penso che possiamo essere abbastanza fiduciosi per sabato, dal momento che la vettura risponde decisamente bene”. Rispetto ai precedenti appuntamenti della stagione, dove il divario tra i team di punta e le altre squadre era decisamente più definito, a Monaco il gruppo che solitamente occupa le prime file della griglia si trova ad essere più compattato, per questo Schumacher ritiene che le qualifiche potrebbero riservare delle sorprese.

    NICO ROSBERG. Ma il sette volte campione del mondo non è l’unico contento in casa Mercedes in questa prima giornata di prove. Il compagno di squadra Nico Rosberg, che a differenza di Schumi era partito molto bene in questa stagione (collezionando già due podi), in Spagna è rimasto imprigionato nelle retrovie per tutto il weekend. A Monaco invece, il giovane tedesco si è imposto nuovamente in cima alla classifica, mettendo a segno il secondo giro più veloce. “Nel pomeriggio è andata meglio, abbiamo fatto dei buoni progressiha dichiarato Rosberg, nonostante nel corso delle libere 1 abbia perso tempo per un problema alla sospensione. “I tempi sul giro erano decisamente promettenti nella seconda sessione e mi sentivo molto a mio agio con la macchina. Siamo riusciti a migliorare il set-up costantemente e a far funzionare al meglio le gomme. Decisamente un inizio promettente”.