Formula 1, Alesi: imbecilli in diretta RAI! E’ caos

Formula 1: Fernando Alonso rallentato da Di Grassi nelle prime fasi del Gran Premio di Monaco 2010 trova un tifoso in Jean Alesi che, durante i commenti sulla RAI a fine corsa, definisce imbecilli i piloti che hanno fatto perdere tempo alla Ferrari

da , il

    Formula 1, Alesi: imbecilli

    A causa del sorpasso di Schumacher all’ultimo giro, c’è un episodio passato in secondo piano sul GP di Monaco di Fernando Alonso. Il pilota Ferrari ha perso tempo e punti preziosi nel tentativo di sorpassare alcuni piloti molto più lenti di lui che hanno fatto di tutto per vendere cara la pelle. Sino a rischiare un bel botto contro le barriere o un bell’incidente con l’asturiano. In molti si sono chiesti se valesse la pena impegnarsi così tanto in un duello che, alla lunga, li avrebbe sicuramente visti sconfitti. Tra questi, il più critico è stato Jean Alesi che li ha apertamente definiti, in diretta RAI, degli imbecilli!

    JEAN ALESI. Qualcuno, sentendo certe parole per nulla edulcorate, si è divertito ricordando il carattere ruspante del francesino di Avignone, già protagonista di exploit simili quando da pilota Ferrari si permetteva il lusso di dire a Jean Todt:”Mi hai rotto le pa*le”. Qualcun altro ha ritenuto l’uscita decisamente fuori luogo: sia per il luogo, diretta Tv sul primo canale nazionale RAI (non il bar sotto casa); sia per il contenuto dato che quei piloti stavano comunque facendo la loro onesta gara. Voi da che parte state?

    GP MONACO F1. Non è la prima volta che ci si trova con un pilota molto forte che deve partire dall’ultima fila. Spesso si assiste ad atteggiamenti diversi nei suoi confronti. Ci sono quelli che si fanno diligentemente da parte. Ci sono quelli che si godono il momento di gloria, l’inquadratura delle telecamere, per tirare fuori il meglio del loro repertorio. Tutto è legittimo. La particolarità di questa volta è che le macchine incriminate andavano 5 secondi al giro più lente (su un circuito da 1 minuto e 16… è un’infinità) e che, più della loro abilità a tenere dietro il ferrarista, era la pista di Monaco che non consentiva facili sorpassi. Se la stessa cosa fosse capitata in qualunque altro nastro d’asfalto del Circus, infatti, Alonso se la sarebbe cavata molto più rapidamente e con meno fatica. Particolarmente impeperonato con l’asturiano è sembrato l’ex team mate alla Renault Lucas di Grassi. Che ci siano vecchie rugggini tra i due? Molto morbido, invece, è stato l’amico Jarno Trulli che, nonostante abbia dovuto lasciare la Renault anni fa proprio perché si voleva dare più spazio all’asturiano, è rimasto un suo amico/tifoso. Jean Alesi ha detto la sua utilizzando un linguaggio a dir poco colorito e scatenando una bella polemica. Qualcuno, a metà strada tra il turbato e l’indignato, sta chiedendo alla RAI addirittura che venga cacciato dalla lista degli opinionisti. Per quel che ci riguarda, la discussione può proseguire anche nel nostro nuovo sondaggio.

    Foto: gpupdate.net