Formula 1: Alonso in Mercedes al posto di Rosberg, è tutto vero!

Formula 1, mercato piloti: dalla Mercedes ammettono che arriverà Alonso al posto di Rosberg se salta accordo per il rinnovo di contratto con il tedesco che, intanto, tratta con la Ferrari...

da , il

    Il mercato piloti di Formula 1 è pronto ai fuochi d’artificio! Quel Nico Rosberg lì che ha un contratto in scadenza con la Mercedes. Quel Fernando Alonso lì che nel frattempo, come conferma Toto Wolff, ha firmato un’opzione con la casa di Stoccarda. Sono due elementi chimici pronti a far esplodere le trattative. E i rumours che danno la Ferrari interessata a sostituire Kimi Raikkonen proprio con Rosberg sembrano disegnare uno scenario clamoroso. A questo aggiungiamo gli ultimi e recentissimi attriti tra l’Asso di Oviedo e la McLaren… e la ricetta è completata. Sarà una calda estate, supponiamo, per quel che riguarda il mercato piloti.

    Alonso in Mercedes: le ragioni dello spagnolo

    Fernando Alonso sogna di guidare una Mercedes da tre anni. Spera da almeno dieci stagioni di avere la miglior monoposto del lotto come meriterebbe. Ha una rabbia in corpo ed una motivazione unica: ha buttato i migliori anni della sua carriera dentro a macchine non all’altezza del suo talento. Pagherebbe di tasca sua per poter tornare a dominare almeno una stagione. Almeno una. E’ disposto a giocarsi tutto, fama e prestigio, in una sola mano contro Lewis Hamilton. Non teme il confronto. Oltretutto, dal paddock di Barcellona si viene a sapere che Alonso sta dando nuovi segnali di nervosismo: dopo il ritiro davanti al pubblico del GP di Spagna, ha lasciato il circuito senza prendere parte al briefing post-gara in polemica con la McLaren-Honda che, nonostante avesse un ottimo passo gara, gli ha chiesto di non attaccare il compagno Jenson Button che gli era finito davanti grazie ad una miglior partenza.

    Alonso in Mercedes: le ragioni dei tedeschi

    La Mercedes avrebbe un grande interesse a prendersi Fernando Alonso. Sono un brand di portata mondiale, non gliene frega nulla di coccolarsi un pilota tedesco al proprio interno (leggasi Rosberg). Hanno molto più interesse ad accrescere il loro prestigio ricreando un dualismo da libri di storia, degnissimo del mitico duello Prost-Senna. Alonso il freddo calcolatore, Hamilton il talento cristallino. Hanno già dominato ed annoiato. Ora vogliono riscrivere altre pagine di epici duelli cambiando i protagonisti così da restare sempre in vetta senza farsi odiare. Toto Wolff, nei panni del genio del male, ha confermato a El Mundo:“Alonso ci piace. Ovviamente. E’ uno dei più forti in circolazione e della storia. Lo prenderemo in considerazione se non arrivasse il rinnovo di Rosberg. Siamo in una situazione analoga a due anni fa quando decidemmo di dare la priorità alla trattativa con Hamilton senza andare a chiamare nel frattempo altri nonostante lo stesso Alonso si fosse fatto avanti. Anche stavolta faremo così”. Ma se l’accordo non dovesse arrivare? Se l’accordo non si volesse trovare?

    Alonso in Mercedes: le ragioni di Rosberg

    Magari sarà addirittura Nico Rosberg a decidere di non firmare il rinnovo per la Mercedes? Oppure saranno i tedeschi a proporgli condizioni inaccettabili pur di fare spazio a Fernando Alonso? Dal canto suo, Nico potrebbe avere interesse a chiamarsi fuori, soprattutto se riuscirà a portarsi a casa il titolo di campione del mondo 2016 di Formula 1. Passare in Ferrari, confrontarsi con Vettel e magari trovarsi la Rossa nel momento in cui le prestazioni sono cresciute tanto da farla arrivare allo stesso livello della sua freccia d’argento è un’occasione unica. Da sfruttare. E anche la Ferrari farebbe un affare nel mettergli gli occhi addosso. Raikkonen è sulla via della pensione. Il Cavallino Rampante fa bene a non scommettere su piloti emergenti come Grosjean ma a puntare su nomi affermati ed abituati a correre costantemente sotto pressione.