Formula 1: Buemi alla Red Bull nel 2012?

Non si arresta il toto piloti per la stagione 2011 di F1 e c'è chi guarda addiritura oltre

da , il

    sebastien_buemi

    La stagione 2010 non è solamente un palco per i soliti noti, ma anche un banco di prova per nuovi talenti e giovani piloti non proprio alle prime armi ma in attesa di fare il salto di qualità con un team vincente. Nei primi appuntamenti della stagione, pur non riuscendo a portare a casa punti consistenti e molto spesso nemmeno a tagliare il traguardo, diverse new entry hanno già dimostrato di essersi guadagnati il proprio posto in F1 e, anche se è ancora presto per mettere la firma sui contratti per la prossima stagione, sono in molti i team che hanno già ufficializzato i nomi in vista del 2011.

    TOTO PILOTI 2011. Nel corso degli ultimi gran premi i top team hanno già confermato la propria formazione per il prossimo anno: Massa continuerà a fare compagnia ad Alonso alla Ferrari, così come resiste, nonostante il momento di crisi, la coppia Webber-Vettel alla Red Bull. Alla Renault invece, archiviato l’addio di Kubica per la rossa di Maranello e confermato il suo ingaggio con i francesi, avanza l’ipotesi secondo cui l’esordiente Vitaly Petrov potrebbe ricevere il benservito a causa delle sue prestazioni non particolarmente brillanti, anche se i rumors sostengono che il giovane russo abbia le spalle coperte da sponsor a più zeri. Se Petrov dovesse abbandonare il campo però, potrebbe entrare in gioco Kimi Raikkonen visto che, con il rinnovo del contratto di Webber, la Red Bull gli ha definitivamente chiuso la porta in faccia.

    TORO ROSSO. E dopo il gran premio del Canada anche un altro giovane pilota sembra essersi assicurato un posto per le prossime stagioni. Sul circuito di Montreal, in mezzo ai big ha avuto il suo momento di gloria il giovane driver della Toro Rosso, Sébastien Buemi. Il ventunenne pilota svizzero, partito in quindicesima posizione davanti al compagno di squadra Alguersuari, ha tagliato il traguardo ottavo, e si è distinto nel momento in cui si è trovato al comando della gara, mentre gli altri erano impegnati nei pit stop, superando il pluricampione del mondo Schumacher e mettendo a segno una serie di giri veloci. Buemi evidentemente si è sentito in dovere di mostrare le proprie doti, dal momento che prima del weekend canadese, Helmut Marko, consulente alla Red Bull, si era detto insoddisfatto delle prestazioni dello svizzero. Ma all’indomani del gran premio del Canada, Marko e colleghi si sono dovuti ricredere e hanno lodato il giovane pilota. Secondo il quotidiano d’oltralpe, Blick, nei piani del team svizzero Buemi potrebbe affiancare Vettel alla Red Bull nel giro di due anni. “Questo è il Buemi che vogliamo vedere! Aggressivo, controllato e velocissimo”, ha commentato Marko entusiasta. “Sebastien sa che il meglio deve ancora arrivare e che con noi è in buone mani, non è necessario fargli pressione”, ha concluso il team principal della Toro Rosso, Franz Tost.

    Foto: gpupdate.net