Formula 1: Button è gasato!

Dopo la prima vittoria della stagione, messa a segno a Melbourne, Jenson Button è eccitato e sicuro di poter combattere anche quest'anno per il titolo iridato

da , il

    L’esordio di Jenson Button nel primo appuntamento del Mondiale 2010 di F1 non era stato proprio degno di un campione del mondo. Sul circuito di Sakhir il pilota britannico aveva tagliato il traguardo in settima posizione, mentre il compagno di squadra Lewis Hamilton era partito con il piede giusto, conquistando il primo podio. In Australia invece i ruoli si sono invertiti, con Button che ha messo a segno la prima vittoria della stagione. Il pilota di McLaren ha avuto anche la fortuna dalla sua, visto che Sebastian Vettel, in testa fino a quando la sua RB6 non gli ha fatto il solito scherzetto lasciandolo addirittura a piedi, ma ha comunque mostrato di essere in gran forma e pronto a combattere anche quest’anno per il titolo iridato.

    MCLAREN. Nonostante la monoposto più veloce per ora sembri appartenere alla Red Bull, Button ritiene che la McLaren abbia già messo le basi per lanciarsi all’inseguimento del titolo. I punti raccolti finora da lui e dal suo compagno di squadra Hamilton, che a Melbourne ha chiuso in sesta posizione, rappresentano comunque un buon punto di partenza e fanno ben sperare, anche se nessuno dei due finora è stato il più veloce in gara. “La stagione è ancora lunga” ha dichiarato Button dopo la vittoria. “Tutti volevamo vincere in Bahrain, perché di solito chi si porta a casa la prima vittoria poi conquista anche il mondiale… ma poi speri di essere l’eccezione alla regola. Il nostro passo non è ancora il migliore, ma se continuiamo come a Melbourne sarà fantastico”. Il pilota di McLaren, vincitore della stagione 2009 con la Brawn GP, ha espresso la sua voglia di mantenere il titolo, specialmente perchè solo il 30% dei piloti normalmente riesce a confermarsi campione del mondo anche l’anno successivo.

    JENSON BUTTON. “Tenersi stretto il numero 1 sulla monoposto è il sogno di ogni pilota, ma non è facile, specialmente quando i tuoi rivali sono di un livello così alto. Vincere di nuovo sarebbe un gran traguardo, ancora di più con un altro team, ma è ancora presto per parlarne. Anche se in Australia abbiamo vinto, non significa che la prossima gara andrà nello stesso modo. Melbourne ci ha dato una grosso stimolo, ma continuiamo a lavorare”. Parlando del rivale numero uno, la Red Bull, Button ritiene che se la McLaren riuscirà ad aggiungere altri punti anche senza possedere la macchina più veloce, potrà combattere contro la squadra austriaca. “In Bahrain non sono andato benissimo, ma ho raccolto un buon punteggio” ha spiegato Button. “La Red Bull è un fulmine, ma in quanto a punti stanno indietro. Certo è che se mettessero a posto i problemi di affidabilità Vettel e Webber sarebbero davvero forti”. Nonostante il mondiale sia appena cominciato, il pilota britannico è soddisfatto dei progressi messi a punto dal team. “Per la gara in Malesia abbiamo in programma alcuni aggiornamenti, inoltre il circuito si presta bene ai sorpassi. Con il tempo giusto potremo fare di nuovo un’ottima gara”.