Formula 1: Button esalta la McLaren

Gasato e pienamente soddisfatto Jenson Button dopo la sua seconda vittoria, ottenuta sul circuito di Shanghai, in occasione del quarto appuntamento del Mondiale 2010 di F1

da , il

    È gasato Jenson Button dopo la sua seconda vittoria stagionale, ottenuta sul circuito di Shanghai, nel quarto appuntamento del Mondiale 2010 di F1. Il campione in carica, approdato alla McLaren dopo aver vinto il titolo nel 2009 con la Brawn GP, si è detto molto più entusiasta della sua nuova avventura con il team britannico di quanto non lo sia stata la stagione precedente. A conclusione dell’appuntamento cinese, Button ha parlato del suo anno all’ex Mercedes GP, dove ha vinto 6 gare e combattuto sino alla fine per il titolo iridato.

    JENSON BUTTON. “L’anno scorso è stato davvero fantastico. Vincere il campionato del mondo di F1 è sempre stato il mio obiettivo e ora che ho già messo a segno 2 vittorie su 4, posso veramente dire che questo è il miglior momento della mia vita… scrivetelo pure a caratteri cubitali se volete!” ha ironizzato il pilota della McLaren. Nonostante l’entusiasmo, Button è consapevole di come quest’anno la concorrenza sia decisamente più serrata rispetto al 2009, dove la Brawn GP era indiscutibilmente la monoposto migliore sulla griglia. Inoltre, il mondiale è appena cominciato e, oltre alla Red Bull, uno dei rivali più temibili e agguerriti si trova proprio in casa McLaren. Lewis Hamilton, sebbene non sia ancora riuscito a salire sul gradino più alto del podio, ha infatti dimostrato di avere come sempre grinta e talento da vendere. “Sono consapevole che le prossime 15 gare non saranno di certo una passeggiata” ha dichiarato Button. “La Red Bull si è dimostrata velocissima e agguerrita in tutti i primi 4 appuntamenti e, anche se non ha centrato tutte le vittorie e se per ora siamo noi a condurre la classifica, li stiamo ancora inseguendo”. Il team austriaco infatti, nelle qualifiche non ha mai lasciato spazio a nessuno, e per ora si tiene stretto lo scettro di monoposto più veloce. Ed è proprio in qualifica che la McLaren sa di doversi concentrare maggiormente, migliorando la monoposto e la performance in modo da riuscire a piazzare le vetture in vantaggio già sulla griglia di partenza.

    LEWIS HAMILTON. Button ritiene che il successo di inizio stagione sia il risultato del suo duro impegno nel corso dell’inverno per integrarsi al meglio con il team di Woking. “Sono l’ultimo arrivato alla McLaren e sto costantemente imparando. Prima del mio debutto ho lavorato a stretto contatto con i miei ingegneri e tutto il resto del team per prepararmi al meglio. Tutti quanti lottiamo per il titolo, ma per prima cosa devo essere sicuro di sentirmi parte della squadra; questo è l’aspetto più importante”. In merito al rapporto con il compagno di squadra, l’iridato 2008, il pilota britannico è contento del fatto che Hamilton lo tenga all’erta, nonostante i due piloti abbiano già dimostrato di possedere due stili di guida totalmente differenti. “Lewis è stato autore di gare incredibili. Vederlo correre è entusiasmante. Sta facendo un ottimo lavoro e penso che entrambi ce la stiamo cavando alla grande. È davvero straordinario avere un compagno di squadra così competitivo, che non molla mai. In questo modo ci spingiamo a vicenda e sono convinto che quest’anno la sfida sarà davvero intensa”.

    Foto: gpupdate.net