Formula 1: dal 2011 si parlerà coreano

Formula 1: La Bridgestone ribadisce la volontà di lasciare la Formula 1 al termine della stagione 2010

da , il

    Sapete quanto siano importanti le gomme per le prestazioni delle monoposto di Formula 1. LA FIA ha fatto una mossa importante quando ha deciso di abolire la competizione tra fornitori di pneumatici per affidare il tutto ad un monopolista. Questa mossa non è piaciuta a Michelin che si è ritirata praticamente con effetto immediato a fine 2006. Dopo tre anni anche Bridgestone ha presentato il conto lasciando, di fatto, la Federazione Internazionale dell’Automobile ed il mondiale 2011 di Formula 1 senza scarpe.

    COREA F1. Appurato il disinteresse di colossi come Pirelli o Goodyear, al Circus non resta che virare sui costruttori Coreani. Sudcoreani, per la precisione, vale a dire uno dei nuovi mondi che si stanno per affacciare sulla F1. Il Gran Premio di Corea è già nel calendario 2010 di Formula 1. Sulla corsa sappiamo poco. Ci sono ancora molti mesi che ci separano dall’evento che Bernie Ecclestone, ovviamente, descrive come uno dei più belli ed interessanti di sempre. Altro tassello chiave nel quale può inserirsi la regione asiatica riguarda, appunto, la fornitura di pneumatici. Kumho in pole position con Hankook subito dietro. Nella gara d’appalto sono questi due marchi dati come favoriti per la vittoria finale. Un po’ per la loro motivazione nel vincere, un po’ per mancanza reali di alternative valide. Come detto, infatti, Michelin ha più volta fatto sapere di essere interessata solo a patto che non ci sia il monopolio. La Pirelli vuole pneumatici dalle forme più vicine a quelle della produzione di serie (leggi, spalla più bassa). La Goodyear vede la cosa come troppo prematura. Bridgestone ha ribadito che non c’è modo di far cambiare idea. Anche a causa della crisi economica, in Giappone adesso il trend è quello di scappare a gambe levate dal costoso mondo della F1 come le esperienze di Honda e Toyota insegnano. Il boss di Bridgestone motorsport, Hiroshi Yasukawa. ha dichiarato: “Aspetteremo l’esito della gara d’appalto, ma ci teniamo comunque a ribadire la nostra intenzione di lasciare la Formula 1 al termine del 2010“.