Formula 1: Ecclestone in pensione con polemica! L’erede Carey chiama Brawn

Formula 1: Ecclestone in pensione con polemica! L’erede Carey chiama Brawn

    Formula 1, ufficiale: Ecclestone va in pensione! Tra gli eredi c'è Brawn

    Bernie Ecclestone è andato in pensione dal comando della Formula 1! O, per meglio dire, è stato mandato a riposo con discreto disappunto da parte del diretto interessato. A deciderlo è stato il consiglio di amministrazione della Liberty Media, società che poco meno di una settimana fa aveva ufficializzato l’acquisto del pacchetto azionario della Formula 1. Ciò che da oltre un decennio era una sola chiacchiera… è accaduto davvero. Si tratta di una notizia storica che segna una svolta definitiva nel governo dello sport motoristico più celebre del pianeta. Non è questo il momento di fare bilanci sull’operato di Ecclestone, né tantomeno sarà semplice per chi si cimenterà valutare 40 anni di lavoro che sono passati tra epoche diversissime tra loro. Il dato di fatto è che nessuno è immortale e che Ecclestone, ormai abbondantemente oltre gli 80 anni, ha dovuto farsi da parte lasciando la sua poltrona all’americano Chase Carey che ha già chiamato Ross Brawn come braccio destro.

    Bernie Ecclestone lascia il ruolo di capo della società che gestisce i diritti commerciale della Formula 1 per assumere, a partire dalla primavera prossima, il ruolo di Presidente onorario. Si credeva che il periodo di adattamento dei nuovi azionisti sarebbe stato più lungo. Invece, no. Chase Carey sarà al timone già da marzo prossimo ed inizierà a collaborare con tutti gli interlocutori interessati per apportare modifiche alla Formula 1 tali da renderla una gallina dalle uova ancor più ricche. Secondo i dati in nostro possesso, sarà sviluppata molto di più la parte commerciale per ciò che riguarda i prodotti sul web. Non è neppure da escludersi che inizi uno sviluppo della parte gadget che attualmente è nettamente sottostimata se non nulla.

    “Da oggi non sarò più a capo del Gruppo e avrò un coinvolgimento minimo - ha ammesso un Bernie Eccestone decisamente nervoso a motorsport.com - sono stato destituito e fine dei giochi. Avrò la carica di presidente onorario che rappresenta un’americanata che non credo serva a nulla. La cosa positiva è che avrò più tempo libero e potrò godermi di più i Gran Premi dal vivo dato che, fortunatamente - ha scherzato – ho abbastanza soldi per potermeli permettere”.

    Uno dei primi annunci dell’erede di Bernie Ecclestone, Chase Carey, è stato quello riguardante Ross Brawn che ricoprirà un ruolo cucitogli addosso. Sarà Motor Sports Managing Director:“E fantastico per me tornare nel mondo della Formula 1. E’ stato divertente dare consigli a Liberty Media negli ultimi mesi e non vedo l’ora di aiutare questo nuovo gruppo a lavorare sulla Formula 1 per far sì che si evolva. Abbiamo di fronte un’occasione unica di lavorare con i team e gli organizzatori per creare una Formula 1 migliore”, ha dichiarato Brawn. Carey ha aggiunto:“Sono felice di avere con noi Ross. In 40 anni di permanenza nello sport ha dato un tocco magico ad ogni team in cui ha lavorato. Inoltre, può vantare esperienza senza paragoni sia in campo tecnico che relazionale”. La squadra dei fedelissimi di Chase Carey è composta anche da Sean Bratches che guiderà la business unit dedicata alle vendite, al marketing ed ai nuovi media digitali.

    694

    PIÙ POPOLARI