Formula 1: ecco i motori del futuro

Formula 1: la Federazione Internazionale dell'Automobile sta discutendo le nuove regole per i motori a partire dal 2013

da , il

    La Federazione Internazionale dell’Automobile è in grande fermento in questi giorni. Da una parte c’è da risolvere la bega relativa al nuovo fornitore di gomme che dovrà succedere alla Bridgestone. Dall’altra c’è da riscrivere i regolamenti tecnici e sportivi tenendo conto di alcuni fattori come la riduzione dei costi, l’accrescimento dello spettacolo senza che venga pregiudicato l’agonismo e la sensibilizzazione al rispetto ambientale. In vista del Gran Premio di Spagna, appuntamento nel quale anche Pirelli tenterà di intrufolarsi nella lotta Avon-Michelin come fornitore di pneumatici, facciamo il punto.

    FORMULA 1. La data clou è il 2013. Allora, infatti, finirà il congelamento dei motori e i team di Formula 1 potranno proporre nuove soluzioni tecniche. In vista di quella scadenza, la Federazione si sta muovendo per dare alle squadre della massima competizione motoristica regole tali che i nuovi propulsori aiutino la ricerca e la sensibilizzazione al rispetto ambientale. L’idea è quella di creare delle unità da 1,5 litri sovralimentate e dotate di un KERS di nuova generazione. Già dal prossimo anno, però, qualcosa potrebbe accadere sul fronte della riduzione del consumo di carburante. Secondo Gilles Simon, ex direttore del reparto motori Ferrari e ora tecnico FIA proprio in quest’area, non sarebbe malsana l’idea di dare alle scuderie un limite massimo di carburante:“I motoristi dovrebbero dare la massima potenza ai loro motori costruendo un motore che consuma poco. Si aprirebbe dunque una gara tecnica con una esperienza sfruttabile anche per le auto stradali - ha spiegato il francese – Per questo motivo stiamo cercando di preparare nuove regole che preparino i team a concepire un nuovo motore”, ha anticipato.

    PIRELLI. Altro elemento tecnico di non trascurabile rilevanza è lo pneumatico. La FIA ha fatto sapere che sono Avon e Michelin i principali candidati per la fornitura del 2011. La Pirelli, però, ha deciso di fare comunque una sua proposta ai team di Formula 1 durante il weekend del GP di Spagna. Il gruppo italiano è già monopolista nel mondiale Rally ed in quello Superbike. Se la dimensione dei cerchi passasse da 13 a 18 pollici, sarebbero ben contenti di buttarsi anche in quest’altra avventura dove, tra il 1950 ed il 1991, hanno ottenuto 44 vittorie.