Formula 1, ecco i nuovi team del 2010

Pubblicati i nomi dei team di Formula 1 che parteciperanno al mondiale 2010 e che nelle intenzioni di Max Mosley e della Federazione dovrebbero andare a rimpiazzare la Ferrari e gli altri colossi dell'automobile

da , il

    La Ferrari continua con le provocazioni. Sul sito ufficiale del Cavallino vengono pubblicati i nomi dei nuovi team che, nelle intenzioni di Max Mosley, potrebbero sostituire le grandi case automobilistiche e, con un commento tanto ironico quanto amaro, viene chiesto: una Formula 1 del genere non sarebbe più corretto chiamarla GP3?

    TEAM F1 2010. Wirth Research, Lola, USF1, Epsilon Euskadi, RML, Formtech, Campos, iSport. Saranno queste le squadre in grado di far seguire la F1 agli appassionati pur senza la presenza di Ferrari, Toyota, Renault, Red Bull e probabilmente BMW e Mercedes? Da Maranello continuano con la linea dura e, pubblicando i nomi di questi aspiranti partecipanti alla nuova F1, prendono letteralmente per il naso Max Mosley che, invece, forte di un largo consenso tra queste nuove entità, ritiene di poter fare a meno di chi ha fatto la storia di questo sport.

    ANALISI. A ben vedere ciascun nuovo nome, si nota come si tratti di realtà che vivono nelle serie minori e che mai avrebbero pensato di approdare in F1 senza un drastico taglio ai budget. La scarsa fama di questi marchi (alcuni dei quali sostanzialmente sconosciuti) rendono il loro appeal vicinissimo allo zero. Uniche eccezioni sono rappresentate da LOLA e USF1. Da una parte abbiamo un costruttore storico degli anni ’70 costretto ad abbandonare la F1 a fine ’90 quando tutti i piccoli privati furono travolti dall’ingresso dei colossi dell’auto. Dall’altra c’è curiosità attorno alle sorti della prima squadra 100% americana che si propone di ricucire il sempre raffazzonato rapporto tra corse Europee e Stelle e Strisce

    GP3. Provocazioni a parte, GP3 è il nome più adatto per una categoria con questi soggetti ai nastri di partenza. Basti dire, infatti, che Campos e iSport, provenienti dalla GP2, sono tra i più autorevoli del gruppo. In attesa che venga pubblicata la sentenza del tribunale di Parigi nel quale la Ferrari ha portato la FIA, il team italiano ha messo a segno un altro bel colpo a livello mediatico. Non è certo, però, che questo atteggiamento faccia arrendere Mosley. L’impressione è che la linea dura rafforzi le convinzioni del pazzo anziché farle vacillare.