Formula 1, Ferrari: Antonio Fuoco racconta il suo test con la SF16-H

Formula 1: Antonio Fuoco da Cariati al volante della Ferrari SF16-H durante i test di Barcellona dividendosi il lavoro con Vettel. Ecco le sue parole...

da , il

    Foto: Ferrari

    Antonio Fuoco, italiano di Cariati (CS), ha avuto l’occasione di guidare la Ferrari SF16-H di Formula 1 nei test che hanno seguito il GP di Spagna 2016. Per il giovane della Ferrari Driver Academy è stata un’esperienza eccezionale ed un grande incoraggiamento per il prosieguo della propria carriera. E’ lui l’unico rimasto della vecchia gestione dell’Accademia. Fuoco aveva già dato un contributo analogo alla Scuderia Ferrari nel test post GP d’Austria di F1 dello scorso anno. Classe 1996, 20 anni domani, Antonio partecipa anche quest’anno al campionato GP3.

    Fuoco:”La Formula 1 complicata, molte più procedure”

    118 i giri per Antonio Fuoco in totale nella sua giornata al volante della Ferrari SF16-H. Il lavoro è stato incentrato su mappature aerodinamiche, prove di assetto e simulazione di qualifica. Il suo miglior crono è stato di 1.24.720 con gomme Soft e gli è valso il quinto posto in classifica dei tempi. Potrebbe avere l’occasione di replicare l’esperienza anche nei prossimi test “in stagione” che si svolgeranno dopo il GP di Silverstone di metà luglio. “Oggi abbiamo fatto un buon lavoro, tanti giri, molti chilometri, è stata una giornata molto positiva - ha dichiarato il pilota della Ferrari Driver Academy - La cosa più complicata di una F1 rispetto alla GP3 che guido in campionato è gestire le varie procedure, poi c’è il maggior carico che la rende più impegnativa, serve un po’ di allenamento”.

    Ferrari: Fuoco prosegue il lavoro di Vettel

    Fuoco ha spiegato di aver ripreso il lavoro iniziato nella giornata precedente da Sebastian Vettel:“Abbiamo lavorato sull’assetto facendo comparazioni con quanto raccolto da Sebastian. Abbiamo provato alcune novità, ma nulla di rilevante. Rispetto al test dell’anno scorso con la monoposto 2015 è difficile fare un paragone: quando girai in Austria le condizioni erano completamente differenti. Però la macchina di quest’anno mi sembra migliorata, funziona molto bene, abbiamo girato tanto e in generale fatto un buon lavoro con la squadra”, ha concluso il ventenne calabrese ringraziando la Scuderia Ferrari per la grande occasione che gli è stata data.

    Test Ferrari F1, Vettel:”Occasione unica”

    “Credo sia un’occasione unica avere la possibilità subito dopo un GP di poter provare sulla stessa pista, più o meno nelle stesse condizioni – ha dichiarato Sebastian Vettel dopo il lavoro svolto martedì scorso – Sabato abbiamo avuto qualche problema e per questo motivo oggi abbiamo provato alcune soluzioni. Avevamo bisogno di fare alcune verifiche, ma non siamo qui solo per questo, e abbiamo cercato di provare quanto più possibile in un solo giorno”. Secondo il pilota della Ferrari, il prossimo appuntamento del GP di Monaco potrebbe essere una grande occasione per puntare alla vittoria:“L’anno scorso siamo andati molto forte. Ora abbiamo migliorato la macchina nelle aree utili per quella gara e questo dovrebbe aiutare. Qui a Barcellona siamo stati competitivi come previsto, ad eccezione di sabato”. Appurato ciò, Vettel non crede che la Ferrari si presenterà a Montecarlo come favorita:“In questo momento non ci troviamo nella posizione migliore, la favorita rimane Mercedes. Ma abbiamo lavorato molto e se ci sarà la possibilità di vincere cercheremo di farlo”.