Formula 1: Ferrari domina in Bahrain

Formula 1: la Ferrari vince con una doppietta il Gran Premio del Bahrain 2010, prima gara in calendario

da , il

    Se Sebastian Vettel non avesse avuto il problema allo scarico, avremmo assistito ad un’ultima fase di gara coi fuochi d’artificio con due Rosse all’assalto della Red Bull del tedesco. Fernando Alonso e Felipe Massa non hanno avuto bisogno di faticare più di tanto, invece, per avere la meglio sugli avversari nel Gran Premio del Bahrain. La Ferrari F10 ha dimostrato di avere un ottimo passo gara soprattutto con gomme dure e di essere una spanna sopra alla concorrenza. Ma siamo sicuri che sia davvero così? Dal box del Cavallino, infatti, minimizzano l’esaltazione e predicano cautela.

    FERNANDO ALONSO. Terza vittoria in Bahrain su 7 edizioni. E’ la 22a in carriera. Non poteva esserci miglior inizio di stagione 2010 per Fernando Alonso. “Oggi è un giorno speciale per me. Tornare a vincere è sempre speciale, soprattutto se con la Ferrari perché sappiamo quale sia la storia di questa squadra che è la migliore al mondo - ha dichiarato a caldo – Abbiamo lavorato molto durante l’inverno e siamo ben preparati. Abbiamo vinto solo la prima gara ma essere primi e secondi significa che è stato fatto un grande lavoro. Voglio dedicare questo successo ai ragazzi in fabbrica in Italia, ai meccanici qui in Bahrain ed al Presidente Montezemolo. Nella parte centrale della gara non sapevo cosa sarebbe successo. Sapevo che avevo del margine ma cercavo solo di amministrare gli pneumatici pensando di attaccare Vettel negli ultimi giri. Poi ho visto che stava rallentando e ne ho approfittato. E’ difficile dirlo ma la Red Bull sembrava più veloce con le gomme morbide mentre noi con le dure”. Alonso si accoda alle dichiarazioni del team principal Stefano Domenicali e tiene un basso profilo nonostante la soddisfazione per il colpo messo a segno:“In questa fase non è importante vincere ma fare punti importanti e imparare il funzionamento della macchina, delle gomme e delle strategie. Oggi è arrivata una vittoria grazie ad una fantastica macchina ma per vincere il titolo mondiale dobbiamo spingere a fondo nello sviluppo durante tutta la stagione”, ha concluso.

    FELIPE MASSA. “E’ fantastico essere qua e voglio ringraziare Dio che tutto sia andato per il meglio. Voglio ringraziarlo per il fatto che sto bene e per essere qui. Ringrazio tutte le persone che mi sono state vicine e mi hanno mandato molti messaggi nel mio momento difficile”. Contento per aver iniziato la stagione con un rassicurante secondo posto, il morale di Felipe Massa non è al massimo del gasamento. Il brasiliano che partiva davanti ad Alonso ha l’impressione che qualcosa gli sia sfuggito di mano. Il momento chiave è stato alla partenza:“Ho perso una posizione importante alla prima curva dopodiché la macchina era perfetta e sono riuscito a tenere il passo di Alonso. Ad un certo punto ho avuto dei problemi con la temperatura ed ho iniziato a consumare più carburante. Per non rischiare ho cominciato ad alzare il piede. Fortunatamente Hamilton era molto distante e non mi ha impensierito. Sono felice anche perché questo secondo posto è il mio miglior inizio di stagione”, ha concluso il pilotino di San Paolo facendo intendere che al prossimo round proverà con ancor più convinzione a tenersi dietro il compagno di squadra.

    FERRARI. La Ferrari esce dal Bahrain come la macchina più in forma del momento. Il giro più veloce in gara ne è una conferma. Non mancano, però, i punti interrogativi: sarebbero riusciti Fernando Alonso e Felipe Massa a superare Sebastian Vettel se non avesse avuto il problema allo scarico? Quanto aveva ancora nel taschino il pilota della Red Bull che poteva tirare fuori al momento del bisogno? Stando alle sue parole, la vettura di Newey aveva ancora molto da dire. Perché, allora, Mark Webber non ha combinato nulla di buono? Per avere maggiori risposte c’è da attendere la prossima gara dove, probabilmente, sapremmo cosa sarebbe riuscito a combinare Lewis Hamilton se non fosse rimasto intruppato nel traffico del primo giro. Il campione del mondo 2008 ha fatto i complimenti ai rivali:”E’ bello rivederli di nuovo qua davanti – ha commentato sportivamente la performance di Alonso e Massa – Sono felice del podio perché era comunque più di quanto non si aspettassimo”, ha ammesso in conclusione.