Formula 1: Ferrari, problema terza vettura

Dalla riunione della FOTA esce una Ferrari non del tutto soddisfatta delle scelte prese dagli altri team i quali hanno bocciato il sogno di Montezemolo di schierare una terza vettura a partire dalla stagione 2010

da , il

    Problemi in casa Ferrari. I team rivali, McLaren e Williams in testa, bocciano l’idea di utilizzare la terza vettura a partire dal 2010. Nobert Haug spiega:“È un’idea a cui nemmeno pensiamo, forse la Ferrari è interessata a questa soluzione perché ora ha tanti piloti sotto contratto.

    FORMULA 1 2010. Ad un anno dalla sua creazione, la FOTA si è ritrovata in Italia per discutere nuovamente il futuro della Formula 1. In primo piano c’era la proposta della Ferrari di schierare da subito la terza vettura. Proposta sonoramente bocciata dalle rivali storiche McLaren e Williams. Già detto del parere contrario della Mercedes, Frank Williams si allinea evidenziando alcuni problemi che potrebbero sorgere:“le due o tre scuderie con maggiori risorse e monoposto quasi invincibili potrebbero dominare le qualifiche e assicurarsi le prime quattro file della griglia di partenza. Tutti gli altri non avrebbero alcuna possibilità di finire davanti”. Obiezione ineccepibile. Secondo le prime indiscrezioni, invece, più successo avrebbe avuto l’idea di ritagliare durante la stagione uno spazio per i test, magari destinati ai giovani piloti:“Abbiamo anche discusso a lungo – ha spiegato Luca di Montezemolo – di alcune cose per il 2010 e il 2011 e abbiamo fatto una riflessione sull’opportunità di consentire a giovani piloti di fare delle prove, perché questo è l’unico sport dove non ci sono gli allenamenti e mi sembra che abbiamo un po’ esagerato”

    FERRARI. Il presidente della FOTA e della Ferrari, ha colto la palla al balzo per commentare anche il momento attuale della propria scuderia elogiando soprattutto Kimi Raikkonen. Nel momento in cui, secondo la stragrande maggioranza degli addetti ai lavori, sarebbe prossimo all’addio da Maranello, il campione del mondo 2007 riceve parole di stima:“Kimi è in grande forma, Fisichella ci piace, e Felipe sta per riallenarsi. Siamo contenti dei nostri piloti che sono scelti da noi e non dagli sponsor”(chiaro il riferimento ad Alonso). Quanto al Gran Premio d’Italia, nessuna illusione facile per i tifosi, sarà dura:“Monza non è un circuito a noi favorevole, lo sappiamo, non lo era neanche quando eravamo al top, poi vedremo” ha concluso tenendo ben presente le tante incognite, prima fra tutte il meteo.

    MICHAEL SCHUMACHER IN MOTO. Montezemolo non cita più Michael Schumacher. Il tedesco, però, trova modo per far ancora parlare di sé facendosi beccare nuovamente su una moto mentre girava per un test sul Circuit de Bresse in Francia. E i problemi al collo? Si sono chiesti in coro i giornalisti. Pronta la replica della sua portovace:“Si è trattato solo di un giro privato in moto con gli amici. Non era nemmeno la prima volta da quando si è verificato l’incidente. Michael si diverte in moto e questo non cambierà mai”.