Formula 1, Gala FIA 2013 – Alonso: “Odio perdere, voglio quel premio!” [FOTO]

Sebastian Vettel è stato ufficialmente incoronato campione del mondo di Formula 1 per la quarta volta di fila durante la tradizionale serata di gala organizzata dalla FIA a Parigi

da , il

    Sebastian Vettel è stato ufficialmente incoronato campione del mondo di Formula 1 2013 durante la tradizionale serata di gala organizzata dalla FIA a Parigi. Anche la Red Bull si è presa la quarta coppa di fila per il campionato costruttori. Fernando Alonso, premiato come secondo arrivato, ha fatto i complimenti a Vettel e poi ha aggiunto:“Odio perdere! All’inizio di ogni anno, qualsiasi sia la situazione, l’obiettivo è quello di lottare per vincere fino alla fine. Amo vincere e amo le corse automobilistiche: quest’anno sono arrivato secondo e non c’è dubbio che, essendo così competitivo, vorrei vincere così come lo vuole la squadra. Sono comunque onorato di essere qui oggi e voglio ringraziare la squadra per questo: speriamo di essere i primi il prossimo anno”.

    Vettel: “Non ci sono parole per dire quanto è incredibile”

    “E ‘un piacere entrare in macchina ogni fine settimana per dare tutto quello che ho. Stiamo spingendo molto io e la squadra ed è questo che ci rende forti. Noi amiamo quello che facciamo e siamo appassionati di corse - ha dichiarato Sebastian Vettel dopo aver ricevuto la celebre coppa a spirale dalle mani del neo rieletto presidente della FIA Jean TodtQuella di quest’anno non era una stagione facile ma avercela fatta mi rende molto orgoglioso. Non ho parole per descrivere quanto incredibile essere ancora una volta campione del mondo” Horner ha aggiunto:“Dopo il primo titolo abbiamo cercato di difenderlo dalla pressione. Dopo la tripletta sembrava impossibile fare poker anche per un discorso statistico. E’ stato fantastico”. Come anticipato, onori a Vettel anche da Fernando Alonso:“Voglio congratularmi con Sebastian Vettel per il suo fantastico campionato e con la Red Bull: hanno fatto una stagione superba e si meritano questi titoli. Noi speravamo di rendergli la vita più difficile ma sono stati bravissimi: questa è la loro notte”.

    Gala FIA 2013: tutti i premiati

    Ecco l’elenco di tutti i premi consegnati dalla FIA nella serata di Parigi. Oltre alla Formula 1, si sono visti sul palco i campioni di Rally, Endurance, WTCC e i campionati minori patrocinati dalla Federazione Internazionale dell’Automobile oltre ad altri riconoscimento speciali. Tra i nomi più importanti citiamo Sebastien Ogier per il WRC e Kubica per il WRC2, Tom Kristensen, Loic Duval e Allan McNish per il WEC, l’italiano Gianmaria Bruni per la GT e Yvan Muller per il WTCC . Da segnalare anche la vittoria del figlio d’arte, Max Verstappen, nel Kart.

    FIA Formula 1: Sebastian Vettel – Red Bull Racing

    FIA World Rally Championship: Ogier/Ingrassia – Volkswagen

    FIA World Endurance Championship: Kristensen/Duval/McNish – Audi

    FIA World Endurance Championship GT Drivers: Gianmaria Bruni

    FIA World Endurance Championship GT Manufacturers: Ferrari

    FIA Personality of the Year: Robert Kubica

    FIA World Touring Car Championship: Yvan Muller – Honda

    FIA World KZ Championship: Max Verstappen

    FIA World KF Championship: Tom Joyner

    FIA WRC2 Championship: Kubica/Baran

    FIA WRC3 Championship: Chardonnet/de la Haye

    FIA WRC Junior: Tidemand/Floene

    FIA World Cross Country: Holowczyc/Schulz – X raid

    FIA Middle-East Rally Championship: Al-Attiyah/Bernacchini

    FIA African Rally Championship: Singh/Sihoka – Subaru+Skoda

    FIA European Rally Championship: Kopecky/Dresler

    FIA Codasur Rally Championship: Saba/Aguilera

    FIA Nacam Rally Championship: Trivino/Corrales

    FIA Asia-Pacific Rally Championship: Gill/MacNeall

    FIA F3 European Championship: Raffaele Marciello – Prema Powerteam

    FIA F1 Historic Championsip: Delane/Thornton

    FIA World LandSpeed Record: Drayson racing

    FIA Outstanding Official: Michael Scholz

    FIA Founding Members Heritage: Martin Pfunder

    Bernie Ecclestone Trophy: DMSB

    F1 Promotional Trophies: Brazilian GP + Sky Sport TV

    Alla Ferrari il “Pit-stop challenge”

    La scuderia Ferrari di Formula 1 chiude il 2013 a mani vuote e con la beffa di aver persino perso il secondo posto in classifica mondiale a favore della Mercedes. Gli italiani possono consolarsi con il premio “Pit-Stop Challenge” consegnato da Sky Sport F1. Già vinto anche nel 2012, il riconoscimento premia non il pit stop più veloce in assoluto, ma il team che nell’arco dell’anno ha tenuto la media più bassa. E’ un dato, quindi, che va a sottolineare la costanza di risultati fornita dagli addetti, perlopiù italiani, del team di Maranello. Primo responsabile di questo risultato è Diego Ioverno in qualità di capo delle Operazioni di Pista:“E’ un riconoscimento che ci fa molto piacere – ha detto su ferrari.com – Perché premia il lavoro che abbiamo fatto non tanto come prestazione assoluta quanto come ripetitività, l’elemento più importante in questo ambito: non significa niente fare un pit-stop sotto i due secondi se poi se ne fanno dieci sopra i tre. Il merito va condiviso anche con il resto della squadra perché dietro c’è anche il lavoro fatto per migliorare le attrezzature, i materiali e il disegno delle parti della vettura che vengono coinvolte durante la sostituzione degli pneumatici”. Su 90 pit stop totali, solo 11 hanno richiesto un tempo maggiore ai 3” e in sole 5 occasioni ci sono state problematiche particolari come il danno del DRS di Alonso in Bahrain o qualche foratura. In 53 occasioni le operazioni si sono svolte in meno di 2,5”. Il record italiano è di 1,95” ed è vicinissimo al record assoluto firmato Red Bull, più basso di 5 centesimi.