Formula 1: i piloti sono bambini viziati! Parola di IndyCar…

Dalla IndyCar americana arrivano critiche alla F1 ed ai piloti! Gli stessi, si fanno guerra tra loro: Button irride Alonso, Ricciardo da dell'idiota a Grosjean e così via

da , il

    Formula 1: i piloti sono bambini viziati! Parola di Indy Car...

    Le polemiche che hanno seguito il Gran Premio di Monaco 2013 di Formula 1 sono arrivate fino agli Stati Uniti. Da lì, un autorevole esponente della cosiddetta Formula Indy, quale il brasiliano Helio Castroneves, ha lanciato la sua provocazione:“La Formula 1 è una cricca di politici - ha dichiarato a Forbes - In tanti sport ci sono logiche politiche, ma è triste. Conta chi conosci e con chi sei in contatto. Non importa se sei bravo e se sei una bella persona. Sembra di essere a Hollywood”. Il tre volte vincitore della 500 miglia di Indianapolis se la prende anche con i suoi colleghi d’oltreoceano. A suo dire, solo in 5 meritano rispetto:“Penso ad Alonso, a Massa che è un mio amico; Schumacher e poi direi anche Vettel e Webber. Il resto sono solo bambini viziati”, ha tuonato. Quanti di voi sono d’accordo?

    Button critica Alonso

    In tema di critiche ai piloti di F1. Ne riportiamo un paio che sono “tra” i piloti. La prima è indirizzata nientemeno che a Fernando Alonso e porta la firma di Jenson Button. Il britannico critica l’asso della Ferrari per aver subito troppi sorpassi a Montecarlo. Lo spagnolo si è giustificato dicendo di aver pensato soprattutto a concludere la gara per portare a casa punti in ottica campionato ma la spiegazione non convince a pieno il campione del mondo 2009:“Se non si avesse pensato solo ad evitare rischi in funzione del campionato, avrebbe avuto un risultato sicuramente migliore - ha ipotizzato Button a Sportinglife – chissà se a fine campionato non avrà qualcosa da rimpiangere per i punti persi in questa occasione nell’ottica della lotta per il titolo mondiale…” Velatamente, ma neppure troppo, il pilota della McLaren dà del codardo ad Alonso:“In gara non puoi essere troppo arrendevole. Soprattutto a Monaco, penso sia utile essere un po’ aggressivi. C’è un confine sottile tra essere coraggiosi o qualcos’altro. Fernando è considerato uno dei migliori come gestione gara ma ha fatto delle scelte che gli si sono rivoltate contro. E’ intelligente ma stavolta ha fatto male i suoi conti. Io, ad esempio, l’ho superato sfruttando un suo tentativo mal riuscito nei confronti di chi gli stava davanti”, ha concluso il gentleman della F1.

    Ricciardo segue il trend: Grosjean è idiota!

    La seconda critica segue il filone più di moda nell’ultimo periodo. Quello di dare dell’idiota ad un collega. Kimi Raikkonen ha inaugurato la sequenza prendendosela con Sergio Perez. Daniel Ricciardo, tamponato nettamente da Romain Grosjean sempre nel corso dell’ultimo GP di Monaco, non vuole essere da meno:“E’ stato un impatto abbastanza duro ma non mi sono fatto nulla grazie anche alla solidità della macchina – ha scritto l’australiano sul blog della scuderia Toro Rosso – non sono stupito che Romain sia stato penalizzato. Quando ci siamo trovati davanti ai commissari non avevo bisogno di dire nulla perché l’episodio era cristallino. Quando succedono cose di questo tipo vorresti sfogarti ma non valeva la pena accanirsi contro Grosjean. Ero talmente deluso che non mi andava neppure di alzare la voce e sprecare energie. Gli ho solo detto che si è comportato da idiota”.