Formula 1: il Grande Fratello arriva nei box

Formula 1: nella stagione 2010 è entrato anche nel Circus iridato il Grande Fratello

da , il

    Formula 1 2010: Grande Fratello

    Grande Fratello in Formula 1: riprendiamo una notizia di qualche settimana che riteniamo interessante approfondire: la Formula 1 si è dotata di un occhio indiscretissimo che controlla tutto ciò che accade nel box delle varie scuderie durante i weekend di gara. Stavolta, però, caso più unico che raro quando si parla di Big Brother, non c’è la volontà di fare spettacolo o andare a spiare chissà quale dettaglio piccante. La soluzione nasce in risposta all’esigenza della FIA di verificare che nessun meccanico intervenga sulle vetture nel periodo che passa da dopo le qualifiche e va fino allo schieramento in griglia di partenza.

    GRANDE FRATELLO F1. Si chiama parco chiuso quel regime che impone alle squadre di non toccare, non apportare modifiche, alle loro monoposto. Fino allo scorso anno, al termine delle qualifiche, le vetture venivano chiuse in uno stanzone, il parco chiuso, appunto e venivano riconsegnate alle squadre prima della gara. Da quest’anno la Federazione ha pensato di lasciarle in custodia ai vari team ma con l’aggiunta di un tutt’altro che irrilevante dettaglio: i box sono stati dotati di telecamera per sorvegliare ciò che accade là dentro ed eventualmente beccare qualche ingegnere in vena di furberie. Il sistema ha un funzionamento molto semplice: la camera ha un settaggio normale che può essere utilizzato in qualunque momento dal delegato tecnico della Federazione Jo Bauer ed un settaggio in modalità “notturna” che entra in funzione al termine della sessione di qualifiche. Conclusa la lotta alla pole position, in accordo con il regolamento, le vetture sono posizionate all’interno del box e coperte. La telecamera registra tutto ciò che avviene dal quel momento e, nel caso in cui avvisa un movimento, aumenta la qualità della registrazione per consentire un miglior controllo. Il sistema ha anche una funzione anti-ladri. Non sono nuove notizie di personaggi non ben identificati che amano intrufolarsi per prendere qualche “souvenir” del loro pilota preferito. Quanto al sistema “Grande Fratello”, perché Bernie Ecclestone non ha ancora pensato di farci un vero reality show? Gli ingredienti ci sono tutti: prove da superare, lavoro di squadra, invidie-torti-gelosie tra compagni di team, gnocche a go-go con le paddock girls e persino un confessionale di tutto rispetto in versione team-radio con il proprio ingegnere di pista!

    F1 FOSFORESCENTE. Se vi capita di vedere qualche evidenziatore camminante per il paddock della Formula 1 non fateci caso. E’ normale. Un’altra novità regolamentare della F1 2010 obbliga i meccanici a girare per il paddock con abiti ben visibili. Questo ai fini della sicurezza per gli uomini che lavorano al montaggio/smontaggio e che sono costretti a stare sul campo di battaglia anche quando il sole è calato. I più evidenti sono i dipendenti di McLaren e Ferrari. Più moderata è stata l’interpretazione della norma in casa Red Bull e Renault dove si sono limitati ad appiccicare un paio di strisce cata­rifrangenti sulle vecchie t-shirt.

    Foto: www.jamesallenonf1.com