Formula 1 in Canada: Ferrari, ripigliati!

Formula 1: Felipe Massa e Fernando Alonso commentano le prestazioni della Ferrari nelle prove libere del Gran Premio del Canada e si mostrano comunque ottimisti per quello che è il prosieguo del weekend

da , il

    Formula 1 in Canada: Ferrari

    Non è morta la Ferrari. Il venerdì del Gran Premio del Canada deve ancora dare delle indicazioni chiare ma la F10 sembra non stia deludendo le attese. Sarà perché queste sono tutt’altro che entusiasmanti? Certamente. Ma anche perché le condizioni per fare bene ci sono. “Finora abbiamo avuto degli alti e bassi e ce ne saranno altri. La cosa importante è non farsi trascinare dall’entusiasmo quando le cose vanno bene e non farsi prendere dallo sconforto quando vanno male”, ha dichiarato un saggio Fernando Alonso.

    FERNANDO ALONSO. Parlando ai giornalisti presenti in Canada, Fernando Alonso ha ribadito che si attende buone cose dalla sua Ferrari F10 grazie soprattutto al pacchetto specifico portato per il basso carico aerodinamico che il circuito di Montreal richiede. “Abbiamo fiducia sulla competitività della monoposto su questa pista, anche perché il tracciato è simile a quello dell’Australia, dove la F10 si è comportata molto bene – ha detto – Dai test effettuati con le simulazioni e sul banco prova sono convinto che abbiamo fatto un ottimo lavoro. Domani vedremo se le nostre simulazioni erano corrette.” Secondo lo spagnolo, il modo per restare sempre in corsa per il mondiale è avere una buona costanza:“Mi aspetto che le nostre prestazioni migliorino sempre più perché questa squadra ha la reputazione di sviluppare la propria monoposto velocemente e credo saremo in lotta fino all’ultima gara di Abu Dhabi - ha aggiunto – Complessivamente siamo ottimisti, ma siamo anche realisti e sappiamo che dobbiamo migliorare.”

    FELIPE MASSA. “Il nostro obiettivo è sempre lo stesso, ovvero essere i migliori, ma fino adesso Red Bull e McLaren hanno dimostrato di essere più forti, e in Turchia eravamo dietro anche a Mercedes e Renault”, ha ricordato Felipe Massa dicendosi comunque orgoglioso di poter restare ancora nella famiglia Ferrari dopo il rinnovo del contratto fino al 2012. “Non abbiamo ordini di squadra, ma ovviamente sappiamo che la squadra viene prima di tutto e che non dobbiamo tentare manovre pericolose – ha aggiunto tornando sull’episodio che ha visto protagoniste le due Red Bull nello scorso GP – Se il tuo compagno di squadra ti è davanti e credi di essere più veloce di lui, ovviamente cercherai di superarlo. A tutti i piloti piace sorpassare, ma bisogna essere ragionevoli.”

    Foto: gpupdate.net