Formula 1 in Cina: Ferrari chiama Alonso all’impresa

Formula 1: la Ferrari commenta le qualifiche del Gran Premio della CIna con ottimismo

da , il

    Formula 1 in Cina: Ferrari

    Si dice, in giro per il paddock di Shanghai, che in pochi, all’interno del box Ferrari, avrebbero mai creduto che Fernando Alonso potesse portare la F10 al terzo posto in griglia di partenza del GP della Cina dietro solo alle imprendibili Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber. Dopo questo primo passo, il pilota spagnolo è ora chiamato ad una grandissima impresa in gara dove dovrà provare ad impensierire chi gli sta davanti, dovrà difendersi dal ritorno delle McLaren e dovrà fare i conti con delle condizioni meteo altamente instabili.

    FERNANDO ALONSO. “Per il momento questo è il massimo del nostro potenziale per le qualifiche – ha ribadito lo spagnolo lanciando una speranza ottimistica per la corsa – Anche se per il passo gara siamo messi un po’ meglio, ma sul singolo giro cerchiamo di massimizzare quello che è il nostro potenziale”. Molto dipenderà dalle condizioni della pista: asciutta o bagnata? “Sappiamo che per noi le cose vanno meglio in gara, perché la monoposto va bene con molta benzina nel serbatoio. Per questo preferisco un GP asciutto – ha risposto Alonso - ma se piove le condizioni saranno uguali per tutti: sono situazioni che fanno parte della gara. Se l’asfalto fosse bagnato dal primo all’ultimo giro, chi parte davanti può arrivare al traguardo mantenendo la posizione - ha proseguito il due volte iridato – Ma in gare del genere può capitare anche che per una scelta si perdano 10 secondi in un giro. Per chi guarda la corsa in tv è piacevole, ma per noi è molto rischioso”.

    FELIPE MASSA. “La macchina era buona ma ho sbagliato nell’ultima curva ed ho perso l’occasione di essere tra i primi”, si incolpa Massa non andando a cercare troppe scuse. “E’ un peccato – ammette – Adesso dobbiamo lavorare per la gara. Non sarà facile. Ripeto, ho sbagliato all’ultima curva e lì ho perso tempo. Fortunatamente la macchina ha dimostrato di avere un buon passo gara per cui possiamo ancora dire la nostra”.

    FERRARI. Stefano Domenicali è soddisfatto perché dava per scontato che le Red Bull sarebbero state imprendibili. “Fernando, autore di un bellissimo giro, è riuscito ad ottenere una terza piazza che gli consente di potersi giocare tutte le sue carte domani in gara. Peccato per Felipe, che non è riuscito a mettere insieme il suo giro perfetto e ciò lo ha relegato in quarta fila”, ha riferito il team principal della Ferrari. “Domani la gara si preannuncia molto incerta. In questo inizio di stagione abbiamo visto come sulla distanza il passo della F10 sia molto competitivo e cercheremo di sfruttare al meglio questa caratteristica”, ha aggiunto con ottimismo l’imolese.