Formula 1 in Tv: ecco come battere la noia!

Ecco la ricetta per battere la noia dei Gran Premi di F1 in TV, firmata… Martin Brundle

da , il

    Formula 1 in TV la ricetta per sconfiggere la noia

    Ecco la ricetta per battere la noia dei Gran Premi di F1 in TV, firmata… Martin Brundle.

    E’ l’ex-pilota di F1 – attualmente commentatore tv per l’appunto – sta portando avanti una battaglia per rendere più interessanti e divertenti le trasmissioni delle corse di Formula 1.

    Assieme al mensile F1 Racing, Brundle è il promotore della campagna “Better Tv for you” che punta a convincere la FIA ha portare radicali e sostanziali miglioramenti nella trasmissione delle gare di F1 in televisione.

    La “Bibbia” su cui si basano le proposte di questa iniziativa è il sondaggio che la FIA ha promosso nel 2006 nel quale venivano chiesti a tifosi ed appassionati dei consigli per migliorare questo sport.

    L’obiettivo è quello di dare maggiori informazioni e maggiore immedesimazione rispetto a quanto fatto fino ad ora. Comunicazioni radio, grafici, dati telemerici, camera car, immagini dal muretto e dai box sembrano gli ingredienti decisivi.

    A venire in appoggio di Brundle & co. ci si è messo anche Pat Symonds della Renault:“La tecnologia che la F1 utilizza in TV è arcaica… in quanto risale al XX° secolo ! Si potrebbe fare molto di più con una grafica su computer in tempo reale. Ad esempio si potrebbe far vedere come sono allucinanti le accelerazioni e le frenate. Mi piacerebbe vedere delle macchine virtuali, la rappresentazione delle traiettorie, degli schermi divisi. Tutto quello può essere fatto. C’è soltanto un’incredibile mancanza di immaginazione.”

    Sondaggio FIA | risultati