Formula 1, James Key: l’erede di Adrian Newey!

Formula 1: James Key studia per diventare il nuovo Adrian Newey in Red Bull e, intanto, la Toro Rosso se lo tiene stretto allontanando le lusinghe della Ferrari.

da , il

    In una Formula 1 a cerca di grandi tecnici che possano condividere la ribalta con il genio Adrian Newey, tocca soffermarci un attimo su James Key. Felicemente sotto contratto con la Toro Rosso, è l’unico apparentemente in grado di poter gestire l’eredità dell’uomo Red Bull capace di trasformare in vincente qualunque macchina passi dal suo tecnigrafo da ormai oltre vent’anni. Arriverà il giorno della pensione. O dell’addio a Milton Keynes ed i bibitari hanno già pronto il rimpiazzo che, nel frattempo, continua a studiare e fare grandi cose in quel di Faenza. Anche la Ferrari, si dice, abbia provato a prenderlo per sostituire James Allison.

    F1, Red Bull: James Key studia per il dopo-Newey

    Dal 2012 in Toro Rosso, James Key si era già messo in luce con la Force India e soprattutto la Sauber. Quella Sauber che saliva sul podio e rischiava persino di vincere qualche Gran Premio sfruttando l’ottima capacità di gestire gli pneumatici oltre a qualche soluzione tecnica che ha fatto scuola. Per l’ingegnere britannico, arriva ora riceve l’incoronazione di Helmut Marko:”E’ migliorato tantissimo ed ha messo su un eccellente squadra attorno a sé – si legge su Formula1.com – Adrian Newey ha più esperienza ma credo che tra un paio di anni James sarà uno dei migliori tecnici della Formula 1”. Secondo Franz Tost, team principal della Toro Rosso, Key sarebbe in grado di rimpiazzare Newey:”Perché no? Nella vita è sempre importante trovarsi al posto giusto nel momento giusto”.

    James Key: contratto blindato con Red Bull

    Per rinunciare alle lusinghe Ferrari, aggiungiamo noi, il tecnico 44enne deve aver ricevuto rassicurazioni importanti in tal senso. Proprio la Ferrari, perso James Allison e le grandi ambizioni di un tecnico che, al pari di Key, poteva rappresentare una delle figure di spicco del prossimo ventennio, ora punta giocoforza ad un collettivo di menti. “Key ha un contratto con noi fino al 2018”, ha confermato Helmut Marko, superconsigliere Red Bull.

    F1, Red Bull: obiettivo Mercedes nel 2017

    Risolto il problema del motore Renault scarsamente performante, in ottica 2017 la Red Bull punta ad acciuffare la Mercedes sul fronte delle prestazioni generali dell’intero pacchetto. Il nuovo regolamento che aumenta l’incidenza del carico aerodinamico, si stima, di circa un 25-30% sta esaltando Adrian Newey. “Abbiamo come obiettivo quello di chiudere il divario dalla Mercedes – ha dichiarato Christian Horner commentando già le aspettative per il finale di questa stagione 2016 di Formula 1 siamo già andati bene in circuiti diversi tra loro e crediamo che possiamo ancora migliorare da qui alla fine”.