Formula 1: Jarno Trulli alla Lotus

Jarno Trulli ingaggiato dalla Lotus

da , il

    Jarno Trulli correrà con la Lotus a partire dalla stagione 2010 e per le prossime tre. Il pilota pescarese ha, però, ottenuto un’importante opzione sul contratto che gli consente di liberarsi in qualunque momento qualora arrivasse una chiamata da qualche team più competitivo. L’ufficializzazione dell’ingaggio avverrà lunedì nel corso di una conferenza stampa durante la quale il team che riporta in Formula 1 lo storico marchio inglese darà anche ulteriori dettagli sull’avanzamento del proprio lavoro.

    JARNO TRULLI. Trulli ha legato il proprio nome in modo molto forte al team Toyota nel quale era entrato con la speranza di poter costruire un progetto vincente. Rimasto orfano della decisione di lasciare il Circus da parte dei giapponesi, non ha trovato di meglio che la rientrante Lotus dove, oltretutto, potrà di nuovo fare coppia con il tecnico ed amico Mike Gascoyne. Il pilota italiano vanta esperienza alla Minardi, alla Prost, alla Jordan ed alla Renault. Tutti team che non hanno mai lottato per la vittoria se non sporadicamente. Al suo attivo ha un solo successo nel GP di Montecarlo del 2004 su 216 partenze. Mago del giro veloce, ha ottenuto 4 pole position. Moltissime in rapporto al mezzo che si è trovato tra le mani. Da molti è ritenuto un pilota di talento ma sfortunato, incapace di raccogliere quanto seminato. Al suo fianco potrebbe trovare uno tra Heikki Kovalainen, Takuma Sato o Jacques Villeneuve.

    LOTUS. Dici Lotus e pensi ad un team dal grande blasone. Pensi a Colin Chapman ed al suo cappellino. Pensi alla storia della Formula 1 e ad Ayrton Senna, ultimo grande campione a sedersi su quella macchina che conobbe un’ingloriosa fine nella prima metà degli anni ’90. Ancor più inglorioso e irrispettoso pare questo tentativo di riportarla in auge. Ma tant’è. Dalla Malesia arrivano i soldi e ed il proprietario della compagnia Air Asia, Tony Fernandes, non ha resistito alla tentazione di entrare in F1 con questo marchio.