Formula 1: la McLaren sospende i lavori

Formula 1: la McLaren sospende i lavori

Dopo le polemiche intorno alla sospensione della RB6 della Red Bull, e l'intervento della FIA per chiarire la questione, la McLaren fa ora sapere di aver interrotto il proprio lavoro sulla MP4-25 per copiare il tanto discusso sistema

da in Formula 1 2017, McLaren F1, Team F1 2017
Ultimo aggiornamento:

    Hamilton griglia Malesia

    La McLaren prima attacca, e poi frena. Ma non in gara. A conclusione del terzo appuntamento del Mondiale 2010 di F1, il team di Woking, insospettito probabilmente dalla velocità dimostrata in qualifica e in gara dalla RB6 della Red Bull nei primi appuntamenti del mondiale, aveva infatti mosso delle accuse ai danni della squadra austriaca, dichiarando come le sospensioni della loro monoposto fossero irregolari. La McLaren aveva inizialmente richiesto l’intervento della FIA, e quest’ultima aveva passato alla lente la nuova RB6 nel corso dell’ultimo weekend di gara, giudicandola perfettamente in regola.

    MCLAREN. Ma, onde evitare il perpetuarsi della polemica e la corsa da parte degli altri team alla riproduzione del sistema messo sotto accusa, la Federazione, tramite un comunicato ufficiale, aveva inoltre fatto espresso divieto di apportare modifiche alle monoposto tra le qualifiche e la gara. A seguito delle decisioni della FIA, la McLaren fa ora sapere di aver interrotto il proprio lavoro sulle sospensioni avanzate, confermando così che il team era già partito all’attacco per apportare eventuali modifiche alla MP4-25 in vista del prossimo appuntamento in Cina. Paddy Lowe, responsabile degli ingegneri della scuderia britannica, aveva dichiarato che nel caso in cui la FIA avesse ritenuto legale la soluzione che altri team avevano presumibilmente già implementato per la stagione 2010, anche la McLaren si sarebbe adattata proseguendo nello sviluppo. Nonostante questo, Lowe ha confermato che non ci sarà nessun lavoro aggiuntivo sulle monoposto di Jenson Button e Lewis Hamilton, e che quindi le disposizioni della FIA non hanno avuto alcun impatto sui loro programmi.

    Stessa dichiarazione della Red Bull, che all’indomani del comunicato ufficiale aveva appunto negato qualsiasi tipo di accusa ed eventuale conseguenza a scapito del proprio lavoro.

    PADDY LOWE. “Ora che la FIA è intervenuta chiarendo l’interpretazione del regolamento e prendendo una nuova posizione in merito al sistema della sospensione, anche noi saremo costretti a cambiare alcune delle cose alle quali stavamo lavorando. Fondamentalmente, abbiamo interrotto il nostro lavoro su questo tipo di sistema”. Lowe ha inoltre negato che dall’inizio della stagione la McLaren sia ricorsa a qualche tipo di sistema autolivellante, confermando che la prossima gara a Shanghai le uniche novità sulla MP4-25 riguarderanno alcuni miglioramenti aerodinamici. “Non sappiamo che cosa hanno fatto gli altri team e se qualcuno di loro ha montato un sistema per il controllo dell’altezza della monoposto, ma abbiamo avuto l’impressione che alcuni di loro fossero decisamente più avanti nello sviluppo delle vetture”.

    Foto: motorsport.com

    526

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Formula 1 2017McLaren F1Team F1 2017
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI