Formula 1: le quote di Mercedes rientrano in casa McLaren

Nella giornata di giovedì, durante la presentazione della nuova sports car McLaren MP4-12C, il team di Woking ha confermato la notizia che sono state riacquistate la maggior parte delle quote societarie di proprietà di Mercedes

da , il

    La sfida tra i grandi della F1 non è solo sui circuiti. Per tutti gli appassionati di motori e velocità, i gran premi rimarranno probabilmente sempre un sogno ma, per coloro che hanno a disposizione le risorse sufficienti per mettere nel proprio garage uno dei bolidi progettati dalle aziende che hanno fatto la storia dell’automobilismo su pista e su strada, le proposte di certo non mancano. Proprio in questi giorni è stata presentata l’ultima creazione di McLaren, la supercar MP4-12C. Un missile su quattro ruote dotato di una potenza pari a 600 cavalli, con un’accelerazione da 0 a 200 km/h in meno di 10 secondi.

    QUOTE MERCEDES. Il nuovo gioiello della McLaren lancia dunque la sfida all’altra grande azienda produttrice di bolidi non solo per la pista, la Ferrari, progettando una vettura che, a sorpresa, non monta motore Mercedes. Mentre veniva svelata la nuova macchina, il team di Woking ha fatto sapere di aver riacquistato la maggior parte delle quote societarie del team di F1 dalla casa tedesca. Alla Mercedes, che possedeva il 40% delle quote, rimane così una porzione molto limitata delle azioni, solo l’11%, e la McLaren ritorna quasi tutta di proprietà inglese. Ron Dennis, presidente ed ex team boss di McLaren Automotive, possiede il 15% del team, mentre l’uomo d’affari saudita Mansour Ojjeh, detiene più del 30%, appartenente alla compagnia Mumtalakat, in Bahrain. Al momento la Mercedes ha negato che l’accordo appena siglato sia da intendere come la fine della relazione tra loro e la McLaren, ammettendo però che la partnership tra le due aziende, siglata sino alla fine del 2011, è destinata a cambiare.

    MARTIN WHITMARSH. Nel corso della presentazione della McLaren MP4-12C, il team principal Martin Whitmarsh, ha dichiarato che una porzione delle entrate provenienti dal nuovo brand della McLaren Automotive, verranno reinvestite in F1. Whitmarsh ha poi aggiunto che vorrebbe vedere la nuova sports car competere con le vetture Ferrari nel campionato mondiale FIA GT. Il boss di McLaren avrebbe già parlato con Montezemolo riguardo a una futura competizione. “Il nostro messaggio è stato chiaro”. ha concluso Whitmarsh “Noi vogliamo correre con la Ferrari. Voi che progetti avete? Perché non li facciamo insieme?”