Formula 1: Mansell deluso dalla Ferrari

Formula 1: Nigel Mansell commenta l'attuale momento della Formula 1 e si dice particolarmente colpito dai passi indietro fatti dalla Ferrari

da , il

    Nigel Mansell ha colpito nel segno. Il campione del mondo di Formula 1 1992 si chiede come sia possibile che la Ferrari abbia iniziato la stagione vincendo il Gran Premio del Bahrain e si sia ritrovata, gara dopo gara, sempre più indietro nello sviluppo. “La sorpresa più grande per me in questa stagione è come la Ferrari è andata all’indietro – ha dichiarato il Leone d’Inghilterra – Non credo che siano stati fermi ma il loro sviluppo in avanti non è stato buono tanto quanto quello degli altri. McLaren e Red Bull sono state fenomenali”, ha aggiunto l’ex pilota Ferrari.

    NIGEL MANSELL. “E’ un dispiacere per tutti i tifosi e per la Formula 1 - ha proseguito Mansell commentando il momento delicato della Ferrari su planetf1 - devono fare attenzione altrimenti si troveranno dietro che per loro è una situazione piuttosto inusuale”. Allargando l’orizzonte oltre il team italiano, l’ex pilota inglese celebre per le sue folli gesta, si è detto impressionato dalla coppia Jenson Button – Lewis Hamilton. “Formano un gruppo formidabile. Stanno lavorando fantasticamente e si spingono a fare sempre meglio”.

    FERRARI. In vista del prossimo Gran Premio del Canada la Ferrari ha già reso noto che non saranno introdotte novità. Il grosso step evolutivo è previsto per il GP d’Europa. Per il momento, quindi, preferiamo sospendere il giudizio in merito alla scelta della dirigenza Rossa e guardare esclusivamente a ciò che potrebbe succedere domenica prossima. La pista di Montreal dovrebbe rivelarsi favorevole alle monoposto italiane che presenteranno un’aerodinamica modificata dal carico medio-basso. Il circuito Gilles Villeneuve è il primo dell’anno che prevede questa configurazione. Non è escluso, quindi, che arrivino delle sorprese. A vantaggio delle Ferrari, oltre all’ala soffiata, ci saranno gli pneumatici più morbidi scelti dalla Bridgestone. Insomma, ce n’è abbastanza per essere ottimisti ma, dopo le figuracce rimediate nelle ultime uscite, Domenicali & co. volano bassissimi…