Formula 1: Massa via dalla Ferrari a fine 2010?

Felipe Massa potrebbe lasciare la Ferrari a fine 2010 qualora il team non gli dia la possibilità di lottare per il titolo, alla pari di Alonso

da , il

    La notizia non è ufficiale. Nessuno ne ha parlato, nè è mai circolata su Internet. E’ solo un’ipotesi fatta dal sottoscritto, dopo le dichiarazioni di Stefano Domenicali di puntare tutto su Fernando Alonso per riaprire il ciclo di vittorie che si è interrotto con l’ultimo titolo di Michael Schumacher nel 2004, proseguito con la parentesi Raikkonen tre anni dopo.

    Ebbene, queste parole non è detto che vadano giù a Felipe Massa che si troverebbe a fare da scudiero allo spagnolo, non avendo così la possibilità di lottare per la vittoria.

    Tale situazione non è piaciuta, nel recente passato, a Eddie Irvine e Rubens Barrichello, i quali sono stati “costretti” a ripiegare su altri team meno competitivi, tradotti nella Jaguar e la Honda, piuttosto che guidare la migliore monoposto ma inchinarsi al Kaiser ed alla volontà della scuderia di favorire i suoi successi anche nei week-end di gara in cui il compagno era superiore (vedere Zeltweg 2002).

    Il contratto di Massa con la casa di Maranello scadrà alla fine della prossima stagione, ma questo è un problema secondario, poichè gli accordi possono tranquillamente essere rinnovati.

    La vera grana per il brasiliano sarebbe se lui e il pilota di Oviedo non fossero trattati allo stesso modo, con quest’ultimo prima guida e il neopapà incaricato a coprirgli le spalle dagli attacchi di Hamilton & Co.

    Visto che ogni pilota corre per vincere, soprattutto quando dispone di una vettura pluriiridata , avrebbe il sacrosanto diritto, a mio parere, di godersi la gioia di passare per primo sotto la bandiera a scacchi in una singola gara e di diventare campione del Mondo, pur partendo da potenziale seconda guida.

    Se le affermazioni del ds dovessero trasformarsi in fatti nel corso del prossimo campionato, quindi, il buono e miracolato Massa potrebbe trovare un’altra sistemazione per il 2011, esattamente come hanno fatto i suoi predecessori, eterni secondi nell’era Schumacher.

    Non escludiamo, perciò, questa possibilità, e prepariamoci ad un 2010 pieno di lamentele e fuoco da parte di Felipe, nel caso in cui il team non dovesse offrirgli le stesse possibilità che garantirà ad Alonso per riportare l’iride a Maranello.