Formula 1: McLaren, ala regolare! Ecco il trucco

Formula 1: a poche ore dall'inizio delle prove libere del Gran Premio del Bahrain, tappa inaugurale della stagione 2010, la FIA comunica che l'ala posteriore della McLaren è regolare

da , il

    La prima polemica dell’anno in Formula 1 si spegne ancora prima di accendere i motori. Buon segno. L’ala McLaren è stata dichiarata perfettamente regolare. A chiedere una verifica tecnica era stato il team Red Bull. A far insospettire gli addetti ai lavori che ci fosse qualcosa di non corretto era il fatto che la superficie dell’alettone posteriore si appiattisse in rettilineo, dando ovviamente maggiore velocità ai piloti Lewis Hamilton e Jenson Button. Secondo Charlie Whiting della FIA, a Woking sono stati più furbi che altrove. Ed ora le McLaren diventano le vetture da battere.

    ALA MCLAREN. La vicenda si è chiusa in fretta e, apparentemente, senza grossi strascichi polemici. L’alettone della McLaren, capace di regalare circa 6 km/h di velocità in più in rettilineo, è in linea con il regolamento. A sancirlo in modo definitivo è l’ormai famoso responsabile tecnico della Fia, Charlie Whiting nelle verifiche di rito del giovedì. “Siamo sempre stati molto fiduciosi”, ha riferito un portavoce degli inglese che, precauzionalmente, avevano portato in Bahrain anche un’ala tradizionale. Il sistema, secondo alcuni osservatori azionato con il ginocchio dai piloti dentro l’abitacolo, modifica l’inclinazione dell’ala riducendo l’attrito quando non serve (in rettilineo) e ridando carico, quindi aderenza, quando si affrontano le curve. A voler pensare male, c’è da supporre che la cosa non finisca qui. Soprattutto se, come sembra dalle ultime indicazioni, le monoposto di Hamilton e Button dovessero essere le più veloci del lotto.

    FIA. Non solo ala. La Federazione ha preso altre decisioni e le ha rese note sempre nella giornata di ieri. Innanzitutto gli uomini di Jean Todt hanno informato che Michael Schumacher sarà il rappresentante dei piloti nella commissione circuiti. E’ stato inoltre illustrato il nuovo sistema di “giudizio” per affrontare eventuali casi tipo quello di Singapore 2008, in modo tale che non si crei la spiacevole situazione di una Federazione che è al tempo stesso accusa e giudice. Infine, è stata ufficializzata l’apertura della gara tra team esclusi per la scelta della 13a scuderia di Formula 1 in ottica 2011. Sempre in tema di stagione 2011, Bernie Ecclestone ha annunciato l’ingresso del GP d’India in calendario.