Formula 1: McLaren ottimista per il GP d’Europa

Sono ottimisti Jenson Button e Lewis Hamilton, in vista del nono appuntamento della stagione 2010 di F1

da , il

    button_hamilton

    È cominciato il countdown in vista del nono appuntamento del mondiale 2010 di F1, in programma domenica 27 giugno a Valencia. Dopo il gran premio del Canada, il Circus fa nuovamente rotta verso l’Europa e team e piloti si preparano a scendere in pista sulle strade della città spagnola. Il tracciato, che fu inaugurato nel 2008, si sviluppa attorno al nuovo porto e, come tutti i circuiti cittadini e a differenza di quanto visto nell’ultimo appuntamento di Montreal, non si presta alle alte velocità e tantomeno ai sorpassi frequenti, per questo sarà fondamentale conquistarsi un posto in prima fila sulla griglia di partenza.

    GP EUROPA F1. Con il gran premio d’Europa la stagione è arrivata a metà e l’appuntamento spagnolo si presta così a diventare una tappa cruciale del mondiale, dal momento che a Valencia i team porteranno in pista diversi aggiornamenti: la Red Bull ha infatti annunciato che in Spagna monterà il famigerato sistema F-Duct, allineandosi così ai suoi rivali, dopo aver a lungo proclamato di non averne bisogno… Ma anche la Mercedes GP si prepara a fare un passo in avanti per cercare di raggiungere le prime file – ce la farà questa volta? -. In Spagna sarà un momento cruciale anche per la Ferrari, che dopo un bel po’ di occasioni perdute necessita di riprendersi al più presto per non tagliarsi definitivamente fuori dalla corsa al titolo. E i campioni al comando? Ora che sono riusciti ad avvicinarsi sempre di più alla rivale numero uno, la velocissima Red Bull, Hamilton, Button e la McLaren non hanno nessuna intenzione di mollare la presa e il team britannico e i suoi piloti non vedono l’ora di confrontarsi sul circuito valenzano. In vista dell’appuntamento spagnolo, entrambi gli ex iridati sono infatti ansiosi e ottimisti.

    JENSON BUTTON. “Nelle ultime due gare siamo riusciti a portare a casa il massimo dei punti e abbiamo fatto considerevoli passi in avanti” ha dichiarato il campione in carica, che l’anno scorso a Valencia ha chiuso in settima posizione. “In questo momento la squadra funziona come un’unità a sé stante, e voliamo in Spagna fiduciosi e speranzosi di riuscire ancora una volta a sfruttare la nostra determinazione e ambizione”. Button ha quindi parlato delle caratteristiche del tracciato che, pur essendo un circuito cittadino, è differente a piste come Singapore o Montecarlo. “Ci sono alcune curve lente con muretti abbastanza minacciosi, ma non mancano rapidi cambi di direzione ad alte velocità e lunghi rettilinei: è un posto decisamente interessante per il set-up della vettura e che potrebbe adattarsi al nostro pacchetto”.

    LEWIS HAMILTON. Per l’attuale leader in classifica e fresco vincitore nelle ultime due tappe del mondiale, Valencia rappresenta una nuova sfida. Se il circuito di Montreal ha sempre portato bene al pilota della McLaren, con quello di Valencia, Hamilton ha un conto in sospeso, dal momento che nelle ultime due stagioni ha tagliato il traguardo secondo. “Non vedo l’ora di correre in Spagna!” ha confessato l’iridato 2008. “Ho fatto un’ottima gara d’attacco qui l’anno scorso, ma per ben due volte non sono riuscito a vincere… è come se dovessi regolare i conti. Avere una buona varietà di circuiti è un aspetto positivo per il campionato: veniamo da un tracciato veloce e scorrevole e ora ci dovremo confrontare su un duro circuito cittadino qui a Valencia; il prossimo mese poi saremo a Silverstone, uno degli appuntamenti più veloci del calendario. Una simile ricchezza di scenari rende la sfida eccitante e imprevedibile: il massimo che un pilota può desiderare!”.

    Foto: gpupdate.net