Formula 1: Mercedes lascia?

La Formula 1 potrebbe perdere la Mercedes

da , il

    Saranno stati gli scarsi risultati della McLaren, la crisi economica globale o le polemiche del dopo-Melbourne. Fatto sta che la Mercedes potrebbe clamorosamente lasciare la Formula 1. Molto dipenderà dall’esito di un incontro tra gli azionisti previsto per la giornata di oggi.

    MERCEDES IN F1. La vicenda Mercedes in Formula 1 è controversa. Da una parte si sostiene la costante insoddisfazione del gruppo tedesco e la voglia di uscirne quanto prima per risparmiare risorse preziose da dedicare ad altri ambiti del motorsport (vedi i campionati Turismo). Dall’altra, al contrario, si crede che la casa di Stoccarda voglia rilevare la maggioranza delle azioni McLaren per poter finalmente fare le cose a modo suo. Alla tedesca. Per contrastare al meglio e con il suo stile l’ascesa della rivale BMW nel mondo delle ruote scoperte. “Se mi state chiedendo ‘sarete qui fra 10 anni?’ Non posso rispondere perché non so come il mondo, l’industria dell’auto, e l’economica globale si svilupperanno. Spero che la situazione cambi. Non e’ facile per tutti, ma spero cambi” ha dichiarato Norbert Haug in una recente intervista che ha solo creato maggiori incertezze. Ad ogni modo, una possibile risposta potrebbe arrivare nella giornata di oggi quando, secondo la rete televisiva tedesca Sudwestrundfunk, è prevista una riunione tra gli azionisti del gruppo per discutere la azioni più idonee al fine di contrastare le gravi perdite economiche derivanti dalla crisi economica. Un addio della stella a 3 punte dalla F1 avrebbe del clamoroso. Ma dopo il caso Honda, nulla può più stupire soprattutto ricordando che, in un analogo incontro avvenuto soli 2 mesi, il fronte dei favorevoli alla permanenza nella massima competizione motoristica aveva vinto con un margine minimo.

    BUFERA HAMILTON. Se la parte tedesca del team è affaccendata nelle questioni di cui sopra, il fronte inglese è in pieno caos per via della bugia detta da Hamilton ai commissari di gara del Gran Premio di Australia. Capro espiatorio o meno che sia, il direttore sportivo Dave Ryan è stato messo fuori dalla porta e la scuderia tutta è in attesa che la Federazione si pronunci in modo definitivo su eventuali ulteriori sanzioni. A complicare la situazione, ci stanno pensando i giornali inglesi che buttano continuamente benzina sul fuoco chiamando in causa nuovi protagonisti e rivelando nuovi retroscena. Secondo i tabloid, Anthony Hamilton, padre e manager di Lewis, sarebbe su tutte le furie per la perdita di immagine del suo assistito. Sarebbe stato proprio lui, infatti, a volere fortemente la conferenza stampa pre-Malesia dove il campione del mondo dava le sue scuse in mondovisione e scaricava tutte le responsabilità sulla squadra. C’è dell’altro: secondo autorevoli uomini di F1 come Eddie Jordan e David Coulthard, Lewis Hamilton starebbe riconsiderando il suo rapporto con la McLaren. In parole povere, starebbe cercando un modo per lasciare una barca che fa acqua da tutte le parti. Prima che affondi. Naturalmente il nuovo Boss di Woking Martin Whitmarsh, persona seria che, casomai, ha solo commesso qualche errore di ingenuità, ha bollato tutte queste notizie come pure speculazioni.