Formula 1: Newey rinnova con Red Bull ma si allontana dai circuiti

Formula 1: Adrian Newey rinnova il contratto con la Red Bull e si allontana definitivamente dalla Ferrari e dall'Italia

da , il

    Formula 1: Newey rinnova con Red Bull ma si allontana dai circuiti

    Adrian Newey non andrà in Ferrari nemmeno stavolta. Il tecnico più vincente degli ultimi 20 anni resta in Red Bull con l’obiettivo, letterale, di mettere le… ali. Per lui, infatti, è stato prospettato un ruolo di più ampio respiro all’interno dell’azienda di drink energetici. Si occuperà molto meno di Formula 1 e molto più di altri progetti, alcuni dei quali avranno a che fare – pare – con il mondo dell’aviazione tanto caro al boss Dietrich Mateschitz. Per saperne di più, dobbiamo aspettare la fine dell’estate.

    Newey prolunga il contratto con Red Bull

    “La Red Bull è lieta di annunciare che è stato esteso con durata pluriennale il rapporto di lavoro con Adrian Newey - si legge nel comunicato ufficiale del team austriaco – Adrian lavorerà su vari progetti della Red Bull Technology oltre che essere consulente e tutor della scuderia Red Bull Racing nello sviluppo delle monoposto di Formula 1“. Si ipotizzano, come già detto, progetti che abbiano a che fare con gli aerei. Ma non solo: la Red Bull potrebbe prendere sul serio la missione di produrre, in collaborazione con Renault, vetture di serie. O forse, chissà, lanciarsi anche in altre categorie. Di più sarà detto a fine 2014. “E’ ottimo per me aver trovato un accordo con Adrian che resterà come consulente e mentore del team – ha affermato il team principal Chris Horner su Autosport ricalcando la nota ufficiale - lui è ancora coinvolto nel team ma ci sono anche altri progetti che lo riguardano e che saranno annunciati dopo l’estate”. Sul rischio che la squadra di F1 finisca indebolita, Horner si mostra ottimista:Abbiamo una grande forza collettiva e poi non è che Adrian non si interesserà più di noi. Sta ancora lavorando duramente e la sua priorità ora è chiudere il gap con la Mercedes”.

    Renault: nuova power unit nel 2015

    “Il punto è che abbiamo 60 cavalli in meno della Mercedes e siamo al limite con il consumo di carburante”, ha affermato Christian Horner a chi gli chiedeva un commento sulla crescita prestazionale dei motori Renault proprio nel giorno in cui veniva confermata la collaborazione con i francesi anche per il 2015. A far sorridere i bibitari c’è la dichiarazione del responsabile della Renault Motorsport:“Vedendo il lavoro che hanno fatto i nostri rivali, possiamo trarre ispirazione e, per il 2015, ci presenteremo con una nuova power unit”, ha affermato Remi Taffin.

    FIA: indagine sul test segreto della Renault

    La vittoria di Ricciardo in Canada porta un po’ di ossigeno in casa Red Bull. Il rinnovo del contratto di Newey dà altra serenità. Dalla FIA, però, potrebbe arrivare una brutta tegola. La Federazione, infatti, ha deciso di indagare sul test segreto effettuato dalla Renault presso la struttura AVL di Graz in Austria. In sostanza, i motoristi francesi avrebbero utilizzato un telaio Toro Rosso ed un sistema di tappeti rotanti per fare delle prove sulle loro power unit. La difesa di Taffin sostiene che si è trattato di un normale test al banco con vettura sprovvista di ali anteriori e posteriori.