Formula 1: porta chiusa per Raikkonen

La doppia vittoria di Mark Webber a Barcellona e Montecarlo ha messo l'australiano nelle condizioni di essere riconfermato dalla Red Bull anche per la prossima stagione, chiudendo, forse definitivamente, le speranze di Kimi Raikkonen di tornare in Formula 1

da , il

    Tranquilli: il titolo di questo articolo è soltanto una mia ipotesi, ma non c’è nulla di definitivo.

    L’argomento riguarda ancora una volta il grande escluso della stagione 2010, campione del Mondo 2007 e protagonista del WRC: Kimi Raikkonen.

    Il finlandese dovrebbe prendere una decisione sul suo futuro tra poco meno di un mese, ma attualmente sembra che le porte della Formula 1 per lui si stiano chiudendo definitivamente.

    Il perchè non è difficile da capire: la Red Bull, sponsor della sua Citroen, finora è stato indicato come l’unico team nel quale Ice-Man potrebbe accasarsi, appunto per la collaborazione tra i lattinari austriaci e la marca francese.

    Tuttavia le mostruose prestazioni di Mark Webber nei GP di Barcellona e Montecarlo, dove ha vinto sbaragliando la concorrenza ed andando a conquistare la testa del Mondiale in condominio con Sebastian Vettel, potrebbero rapidamente far cambiare idea ai componenti della squadra leader di entrambe le classifiche iridate.

    Non per niente Helmut Marko ha recentemente dichiarato: “Squadra che vince, non si cambia“. Tradotto in sintesi: l’intenzione della Red Bull è quella di rinnovare la fiducia a Vettel e Webber anche per il 2011.

    Per Raikkonen, quindi, si profila l’ennesima porta sbattuta in faccia, in seguito al licenziamento in tronco dalla Ferrari e al rifiuto di ingaggiarlo da parte della McLaren a causa dell’impossibilità di disputare gare rallystiche durante la stagione nonchè del rifiuto da parte di Lewis Hamilton di ripetere l’esperienza vissuta con Fernando Alonso nel 2007.

    L’opinione del sottoscritto è che Webber, con due vittorie consecutive, si sia guadagnato una bella fetta di riconferma, ma la Formula 1 ha più bisogno di Kimi: in questo Mondiale che vede al via ben quattro campioni del Mondo ci starebbe proprio bene. Lui che sino all’anno scorso consideravo uno dei migliori piloti del circus insieme ad Alonso ed allo stesso Hamilton.

    Purtroppo però, se la Red Bull ha realmente intenzione di rinnovare la fiducia alla coppia Vettel-Webber, il timore è che la carriera del biondino di Espoo si sia conclusa con il GP di Abu Dhabi 2009.

    A meno che non si faccia avanti qualche altro team. Siamo in attesa di sviluppi con la speranza, seppur tenue, di rivederlo al più presto nella massima formula.