Formula 1, Red Bull: “Verstappen? Ricorda il primo Vettel”

Formula 1 2016: Verstappen paragonato al primo Vettel della Red Bull da Chris Horner ed i meccanici che hanno lavorato con entrambi. Il paragone ci sta. Come ci sta che Max riesca a vincere anche nel prossimo GP di Monaco...

da , il

    Con la vittoria del suo primo Gran Premio di Formula 1, Max Verstappen ha dimostrato di saper mettere in fila gli astri ed essere artefice del proprio incredibile destino. Per la tuta che indossa, per l’età precoce e per la facilità con cui è riuscito a trasformare i sogni in realtà, ricorda molto Sebastian Vettel. A confermare che tra i due ci sono delle cose in comune è il team principal Christian Horner:“Si somigliano molto. Anche i meccanici mi hanno detto che lo stile di Max è come quello di Sebastian ad inizio carriera. Hanno anche analogie nella personalità e Max dimostra una maturità maggiore rispetto alla sua età”.

    Red Bull, Horner:”Verstappen pilota già maturo”

    “Sono rimasto molto impressionato dalla calma che ha avuto quando si è trovato al comando della gara nonostante avesse dietro di lui Kimi Raikkonen che gli stava mettendo molta pressione – ha proseguito Chris Horner parlando di Max Verstappenvia radio parlava con molta tranquillità e dalla sua voce si capiva che aveva la situazione sotto controllo. Non è mai andato nel panico o in confusione comportandosi da pilota maturo”.

    Formula 1, Vettel non fa drammi per aver perso il record

    Sebastian Vettel dovrà fare i conti con Max Verstappen da qui alla fine della sua carriera. E’ un dato certo. L’olandese della Red Bull ha già iniziato a dargli fastidio rubandogli il record di pilota più giovane ad aver vinto un Gran Premio di Formula 1. Il tedesco della Ferrari non fa drammi:“Non mi dispiace affatto, perché sapevo perfettamente che prima o poi sarebbe successo. Anche quando vinsi la prima gara non detti pesi a questo primato dato che mi interessava solo essere riuscito a vincere. Non credo che l’età sia importante come in passato. Raikkonen è ancora veloce a 36 anni mentre Schumacher ha corso fino a 43… le monoposto oggi sono più facili da guidare”, ha concluso Vettel.

    Verstappen ottimista dopo i test di Barcellona

    Max Verstappen è stato grande protagonista anche dei test in-season che si sono tenuti sul circuito di Barcellona dopo il vittorioso Gran Premio di Spagna. In particolare, la Red Bull numero 33 ha ottenuto il miglior crono di giornata macinando centinaia di chilometri con la power unit aggiornata realizzata dalla Renault. “Con il nuovo motore siamo riusciti a completare molto giri, questo conferma che l’affidabilità c’è - ha dichiarato Verstappen ai giornalisti presenti al Montmelò – Siamo molto soddisfatti perché crediamo di poter compiere un bel passo in avanti sul fronte delle prestazioni. C’è tanta differenza rispetto alla vecchia power unit. Ora non ci resta che analizzare in fabbrica i dati raccolti per capire a che livello siamo”. Diciamolo a bassa voce. Ma diciamolo: grazie al motore evoluto e alle caratteristiche del circuito di Montecarlo, Max Verstappen potrebbe avere in mano le carte giuste per bissare clamorosamente il successo di Barcellona:“Non sarebbe male riuscire a montare questa evoluzione del motore già a Monaco. La decisione spetta alla Renault…”, ha concluso.