Formula 1: safety car, si cambia!

Formula 1: safety car, si cambia!

Formula 1: la penalizzazione inflitta a Schumacher per il sorpasso a Fernando Alonso in regime di safety car all'ultimo giro del GP di Monaco, ha dimostrato che la nuova norma può creare dubbi di interpretazione

da in Fia, Formula 1 2017, Regolamento Formula 1 2017
Ultimo aggiornamento:

    Non credo esista nella storia della Formula 1 una norma che abbia creato nel tempo così tanti problemi come quella della safety car. Già la macchina di sicurezza è di per sé uno svilimento della prestazione sportiva: in nessun altra disciplina si è mai visto il primo dover rallentare per farsi riprendere dagli inseguitori dopo che con tanta fatica era riuscito ad accumulare vantaggio. Oltretutto ogni tanto si tenta di modificarne il funzionamento creando regolarmente situazioni assurde, ridicole, che non funzionano: vi ricordate quando c’era il divieto di rifornire? Che buffonata…

    SAFETY CAR. Eh sì, ogni volta che viene toccata la regola “base” della safety car ci si trova ad avere situazioni imbarazzanti in pista. Qualche anno fa vedevamo degli incolpevoli piloti che, a secco di carburante, dovevano scegliere: o si ritiravano o andavano comunque a rifornire accettando una penalizzazione che li avrebbe estromessi dalle posizioni di vertice. Il tutto perché i geni dei regolamenti avevano deciso di chiudere la pit lane fino a quando tutte le monoposto non erano ben allineate dietro alla macchina di sicurezza. Quest’anno si è pensato di rendere i sorpassi possibili già da quando la vettura entra in pit lane ed il caos non si è fatto attendere. Quest’anno, come gli altri anni, già si pensa a fare marcia indietro ed a rimettere le cose come stavano prima. “I problemi emersi durante l’ultimo giro del Gran Premio di Monaco hanno mostrato una mancanza di chiarezza nell’applicazione delle regole che riguardano la safety car - si legge in un comunicato FIA - Sono necessari aggiustamenti per chiarire le procedure che le vetture dovranno seguire negli ultimi giri controllati dalla vettura di sicurezza ed inoltre bisogna assicurare che i messaggi dati a team e piloti siano chiari”.

    La vicenda verra’ discussa dalla Formula One Commission. A decidere sara’ il Consiglio Mondiale nella prossima riunione in programma il 23 Giugno a Ginevra.

    RUBENS BARRICHELLO. Chi è stato graziato dalla safety car, almeno per il momento, è Rubens Barrichello. I commissari di Montecarlo hanno ammesso che, avendo perso tempo sul caso Schumacher-Alonso, non sono riusciti ad analizzare il gestaccio del pilota brasiliano della Williams che ha scagliato il suo volante in pista mentre passavano altri piloti e si è difeso con una motivazione molto molto fragile:“Volevo uscire in fretta dalla vettura”.

    427

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FiaFormula 1 2017Regolamento Formula 1 2017