Formula 1, Schumacher a Monaco: genio o idiota?

Formula 1: Michael Schumacher sorpassa Fernando Alonso all'ultima curva dell'ultimo giro in regime di safety car

da , il

    Formula 1, Schumacher sorpassa Alonso a Monaco

    No, perché se Schumacher riesce a guadagnare una posizione con un sorpasso su Fernando Alonso all’ultima curva del GP di Monaco mentre regna il regine di safety car e lo spagnolo, così come tutti gli altri suoi colleghi, già pensa di essere arrivato… il sette volte iridato è un vero genio! Se, però, si scopre che quella manovra non si può proprio fare… allora Schumacher si trasforma in un grande idiota. Un patetico vecchietto che pur di agguantare due punti in più per chissà quale utilità marginale, finisce per coprirsi di ridicolo! Al momento vale la seconda ipotesi. Il tutto, in attesa dell’appello Mercedes.

    GP MONACO F1. La questione non è ancora chiusa. Schumacher sorpassa Alonso dopo aver superato la linea della safety car. Da quest’anno funziona così: la bagarre può ricominciare prima della linea del traguardo, non appena la safety car è rientrata in pit lane. La manovra sembrerebbe pulita. Sembrerebbe ma non lo è, almeno secondo i commissari di Monaco, perché un’altra norma del regolamento sportivo specifica che, se l’ultimo giro viene percorso in regime di SC, allora i sorpassi sono comunque vietati!

    APPELLO MERCEDES. La Mercedes non è molto d’accordo con quest’ultima considerazione e ricorre in appello. In realtà, come l’esperienza di Lewis Hamilton nel GP del Belgio 2008 insegna, la Federazione non prende in esame ricorsi in appello per penalità inflitte durante la corsa. Anche in questo caso, però, Ross Brawn vorrebbe provare a sfruttare un cavillo a suo favore: il boss di Brackley non contesterà la penalità ma la decisione dei commissari di ritenere illegale il sorpasso di Schumacher. Vedremo come andrà a finire. Una risposta definitiva è attesa entro il GP di Turchia.

    MICHAEL SCHUMACHER. Una domanda alla quale ci piacerebbe avere una risposta è: valeva la pena prendersi un rischio simile per due miseri punti in più in classifica? Schumacher non lotterà per il mondiale. A cosa gli serviranno? La risposta è di tipo psicologico: il tedesco voleva ottenere due piccioni con una fava. Intanto avrebbe rubacchiato qualche altro punticino mondiale a Nico Rosberg (dopo le dichiarazioni piccate del post-qualifica dove lo accusa di averlo rallentato, appare chiaro che sia lui il suo nemico), in secondo luogo c’ha goduto da matti all’idea di fare un dispetto alla sua ex-squadra Ferrari. Il problema è che certi ragionamenti mentali sono tutti suoi: il pubblico fatica a capirli. Agli occhi della grande massa, a parer mio, ha fatto solo una figura da scemo. Con o senza penalizzazione.