Formula 1: Schumacher e Mercedes, che flop!

Formula 1: Michael Schumacher e la Mercedes GP commentano il loro Gran Premio del Canada denotando un certo spiriti di rassegnazione

da , il

    Ci piacerebbe tanto vedere Michael Schumacher forte come una volta. In un campionato del mondo di Formula 1 così equilibrato e popolato da grandi manici come Hamilton, Alonso, Vettel e, perché no, gente che si è meritata grande rispetto sul campo come Button e Webber (oltre a soggetti tenuti in grande considerazione come Rosberg e Kubica), la presenza del pilota più vincente di tutti i tempi sarebbe la ciliegina sulla torta. L’uomo Mercedes GP, però, va ad alti e bassi. In certi momenti sembra tornato un fenomeno. In altri si perde di nuovo a centro gruppo. In Canada ci si è messa pure la sfiga!

    MICHAEL SCHUMACHER. “In partenza, tutto è andato bene e abbiamo guadagnato le posizioni che speravamo. La mia prima sosta è stata perfetta quindi la situazione sembrava promettente. Poi ho forato l’anteriore destra dopo la mia prima sosta, dopo un contatto con Kubica, e ovviamente quell’episodio ha deciso la mia gara. Da lì in avanti sono rimasto bloccato nel traffico non c’è stato nulla da fare”. Sintetizza così il proprio Gran Premio del Canada Michael Schumacher. Sebbene fosse arrivato a Montreal con l’idea di poter vincere, Schumacher ha deluso in qualifica dove la Mercedes GP ha perso quei riferimenti che aveva trovato nelle prove libere. E non è la prima volta che succede! Ross Brawn dovrebbe rendersene conto e correre ai ripari. A molti non è piaciuto il suo atteggiamento ostinato nella lotta con Kubica prima e Massa poi. Soprattutto nel confronto col polacco ha perso la possibilità di finire tra i migliori. “Verso la fine, stavo provando a difendermi ma le mie gomme erano ormai rovinate dopo aver percorso piu’ di metà gara. Ho lottato contro vetture con buone velocità di punta ed è stata dura”, ha concluso.

    NICO ROSBERG. Meglio è andata a Nico Rosberg. Sesto sul traguardo, il tedesco di scorta che non delude quasi mai si dice soddisfatto. Il che la dice lunga sul misero potenziale Mercedes:“E’ probabilmente il miglior risultato che potevamo ottenere oggi quindi sono piuttosto contento”. anche per lui il weekend è stato difficile per colpa delle scarse prestazioni nelle qualifiche con gomme che non hanno funzionato correttamente. “Avevamo una grande strategia ma è stato davvero difficile gestire le gomme. Ho guidato in modo fluido per controllare il graining ma ogni volta che guardavo gli specchietti la situazione era peggiore”, ha ricordato Rosberg.

    MERCEDES GP. “Abbiamo avuto una partenza complicata e questo è ciò che succede quando parti in mezzo al gruppo. Nico è stato bloccato e Michael urtato – ha spiegato Ross BrawnAbbiamo fatto un buon lavoro con i pit stop ed il cambio degli pneumatici di Rosberg nonostante la situazione cercando di spingere quando possibile e risparmiarli in altri momenti. Senza la foratura per il contatto con Kubica, anche Michael sarebbe stato più avanti”. Magra consolazione per il team campione in carica che porta avanti l’orgoglio teutonico.