Formula 1: Schumacher mai così in alto

Formula 1: Michael Schumacher ottiene un quarto posto in Turchia e prosegue la sua crescita nei risultati

da , il

    Se Michael Schumacher va trattato come un debuttante, dobbiamo registrare il suo miglior risultato da quando è tornato a correre in Formula 1. In qualifica ha messo la sua Mercedes davanti a Nico Rosberg ed in gara ha fatto altrettanto. Per lui nessun particolare brivido se non alla partenza ma è comunque arrivato un piazzamento ai piedi del podio che può far ben sperare per il prosieguo della stagione. Da notare che questa interessante prestazione si è di nuovo avuta con la monoposto che la Mercedes gli ha “cucito” addosso.

    MICHAEL SCHUMACHER. L’interessa attorno al sette volte iridato è andato scemando enormemente. All’inizio faceva notizia perché si voleva sapere cosa avrebbe combinato. Poi, capite le sue difficoltà, abbiamo iniziato a chiederci quanto tempo ci sarebbe voluto per rivederlo come prima. Infine, si è preso atto che “come prima” difficilmente ci sarebbe tornato. Da qualche gara, comunque, Schumacher tiene il passo di Rosberg e questo basta per pensare che la famosa ruggine sia stata definitivamente tolta. In attesa che la Mercedes GP cresca e gli consenta di togliersi qualche soddisfazione in più, Schumacher commenta positivamente il quarto posto di Istanbul:“Ho fatto una buona partenza e sono riuscito a stare davanti a Jenson. Purtroppo non avevo grip e alla fine non avrei resistito di fronte alla velocità della McLaren. Per cui ho dovuto lasciare la posizione a loro”. Il fenomeno di Kerpen si lamenta dei limiti della monoposto:“Ho dovuto lottare per tutta la gara per stare in pista, poi quando Sebastian s’è ritirato ho potuto prendere una posizione. Ma questo era il mio potenziale e d più non avrei potuto fare”.

    NICO ROSBERG. In gara andava più forte di Schumacher ma non è riuscito a superarlo. Quindi si è limitato a seguirlo. E’ questa, in estrema sintesi, l’essenza del GP di Turchia di Nico Rosberg. “Sono ragionevolmente soddisfatto del quinto posto, anche se oggi è stata una gara senza incidenti per me. Ero un po’ piu’ veloce di Michael per gran parte della gara ma non è stato possibile superare ed ho dovuto fare attenzione a Robert dietro di me – ha dichiarato l’ex pilota Williams - Per me, la parte piu’ emozionante della gara sono stati i miei giri veloci e il pitstop veloce grazie all’ottimo lavoro della squadra. Anche se il nostro passo generale deve essere ancora migliorato, sono soddisfatto del risultato di questo weekend.”