Formula 1: Schumacher, mai più decimo!

Formula 1: Michael Schumacher commenta in modo positivo il suo decimo posto nel GP d'Australia

da , il

    Non è giudicabile il Gran Premio d’Australia 2010 di Michael Schumacher. Il pilota tedesco conclude al decimo posto senza brillare ma va detto che tutto nasce dall’essersi trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato (vedi botto alla partenza che lo costringe a cambiare l’ala anteriore), dopodiché è stato costretto a correre in rimonta salvando il salvabile. Si noti bene: dire che se Fernando Alonso ha ottenuto il quarto posto nella stessa condizione del pilota Mercedes GP, questo significa che Schumacher avrebbe dovuto fare almeno quinto… non vale. I due guidavano macchine diverse.

    MICHAEL SCHUMACHER. “So che puo’ sembrare strano ma trovo un sacco di aspetti positivi nel week-end di gara a Melbourne”, Schumacher analizza a fondo i fatti dell’Albert Park e trova noti ottimistiche già per il prossimo appuntamento in Malesia. “Naturalmente cio’ non si nota a prima vista – prosegue il sette volte iridato – ma guardando piu’ a fondo il nostro fine settimana, trovo che abbiamo fatto bene e che abbiamo delle buone ragioni per essere soddisfatti e non solo dal risultato puro ovviamente”. Dalle colonne del suo sito web, il pilota Mercedes si dice contento dei progressi della macchina che è migliorata di 2-3 posizioni rispetto al Bahrain e giustifica il decimo posto finale con un setup troppo conservativo in qualifica e con una visiera a strappo rimasta incastrata nell’alettone anteriore che gli ha causato dei problemi aerodinamici. “Se fossi partito da una posizione migliore sulla griglia sarebbe stato possibile lottare per il podio”, aggiunge Schumacher.

    GP MALESIA F1. Venerdì prossimo i motori si accenderanno a Sepang, vicino Kuala Lumpur per il Gran Premio di Malesia. Lì Schumacher spera di migliorare ulteriormente la propria performance, sicuro che tornerà presto quello che tutti conoscono e non finire più decimo, frustrato e lontano dai più forti. Intanto, nel dubbio, evita accuratamente di commentare il divario tra lui e Rosberg e si concentra solo sulla bontà della monoposto:“Non siamo troppo lontani e sono sicuro in Malesia avremo un ritmo migliore”. A chi crede che Schumacher non resisterà ancora a lungo in una Formula 1 dove non riesce ad imporre la propria supremazia, l’ex ferrarista risponde mettendola sul divertimento:“E’ stato molto divertente combattere a Melbourne anche se solo per un punto, e io voglio battagliare nuovamente a Sepang”. E’ tornato in F1 per battere tutti. Ma è tornato anche per battere la noia. Probabilmente, intanto, gli basta aver sconfitto quest’ultima.